69281 - Cappella dei partigiani di Fabriano

La cappella ricorda i Caduti nella lotta per la Liberazione di Fabriano; si presenta come un sacrario in forma di edicola funeraria, costruita in travertino e chiusa da elementi di metallo e vetro; è addossata al muro di cinta del cimitero Santa Maria di Fabriano dove rimane la testimonianza dei segni dei proiettili della fucilazione di due partigiani, Elvio Pigliapoco ed Ivan Silvestrini, avvenuta il 2 maggio 1944.

NOTA STAFF PIETRE: la cappella è stata censita anche dal Liceo Artistico Fabriano nell’ambito del concorso “Esploratori della memoria” a.a. 2014-2015.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
cimitero Santa Maria
Indirizzo:
via Ranalda Pavoni
CAP:
60044
Latitudine:
43.3460625
Longitudine:
12.9235625

Informazioni

Luogo di collocazione:
Cimitero
Data di collocazione:
1945
Materiali (Generico):
Laterizio, Marmo, Ottone, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
La struttura è in travertino appoggiata al muro di cinta del cimitero costruito in laterizio e pietra; porta in metallo e vetro.
Iscrizioni in ottone.
Stato di conservazione:
Sufficiente
Ente preposto alla conservazione:
Amministrazione comunale di Fabriano
Notizie e contestualizzazione storica:
Alcune note sulla resistenza a Fabriano :
"La Direzione centrale del fronte dei partiti antifascisti comunica:
Dal 1 gennaio 1944 la Guardia nazionale e i volontari che intendono far parte dell'Esercito della liberazione verranno incorporati, a libera scelta, nelle seguenti formazioni: squadre d'assalto dei patrioti che opereranno nei centri urbani; gruppi armati di partigiani che agiranno nel retro fronte, lungo le rotabili, ferrovie, centri di rifornimento ecc.; brigate garibaldine che costituiranno il nucleo centrale delle forze armate della guerriglia e l'organico del futuro esercito nazionale..."
Dalla rivista "La Riscossa" A.I., n.5, dicembre 1943. ("La Riscossa" foglio clandestino fabrianese redatto da Oreste Bonomelli, Federico Gentilucci, Zucchi Torri Luigi, Engles Profili).

Contenuti

Elenco dei nomi dei partigiani caduti

I CADUTI

Giacomo Ciampolini

Ugo Bianchetti

Vincenzo Cascio

Ferdinando Terzo Conti

Ercole Ferrante

Calogero Gammarata

Renato Gionchetti

Marinoschi (Polacco)

Algemiro Mei

Olgar (Polacco)

Alessandro Orsi

Petrovic (Jugoslavo)

Elvio Pigliapoco

Engles Profili

Attilio Roselli

Egidio Sassi

Ivan Silvestrini

Attilio Silvestrini

Enrico Stendardi

Iscrizione dedicatoria

QUESTO ERA L’ANTICO MURO DI CINTA DEL CIMITERO E QUI DOVE ANCORA SI VEDONO I SEGNI, IL 2 MAGGIO 1944 I FASCISTI MITRAGLIARONO I PARTIGIANI FABRIANESI ELVIO PIGLIAPOCO E IVAN SILVESTRINI E FASCISTI E TEDESCHI MASSACRARONO NEI DINTORNI, IN QUELL’ANNO, PARTIGIANI E PATRIOTTI. O TU CHE LEGGI RAMMEMORA: QUESTO SEPOLCRO E’ UN ALTARE DI LIBERTA’, DIFENDILO, GIURA DI NON TRADIRE

Muro di fucilazione con fotoceramiche

In questa parte di muro sono visibili i colpi sparati per uccidere i partigiani.

(Sotto ciascuna foto)

V. CASCIO

F. T. CONTI

E. FERRANTE

R. GIONCHETTI

A. MEI

A. ORSI

E. PIGLIAPOCO

F. BOCCI

E. PROFILI

A. ROSSELLI

E. SASSI

I. SILVESTRENI

U. SILVESTRINI

A. SILVETRINI

A. STENDARDI

Aolgar

Bianchetti Ugo

Gammarata Calogero

Marinoschi

Petrovic Drago

 

 

Lastra commemorativa del Comune di Fabriano, l'Associazione Nazionale partigiani d'Italia, Centro Studi don Riganelli

IL 25 APRILE 2008

I FAMILIARI

IL COMUNE DI FABRIANO

L’ANPI (ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA)

IL CENTRO STUDI DON RIGANELLI

HANNO RICONGIUNTO IDEALMENTE AI MARTIRI DELLA RESISTENZA FABRIANESE  ONORATI IN QUESTO SACRARIO DELLA LIBERTA’ IL CORPO CHE NON FU MAI RITROVATO DEL CITTADINO ENRICO BOCCI

VISSUTO E MORTO A FIRENZE PER LE TORTURE SUBITE DAI NAZIFASCISTI COME ACCADDE A ENGLES PROFILI ENTRAMBI INSIGNITI DALL’ITALIA DEMOCRATICA DELLA MEDAGLIA D’ORO ALLA MEMORI

Vetrata

Immagine posta su vetro con stella, fascia tricolore e croce bianca

CADUTO

PER

LA PATRIA

Simboli:
Iscrizioni in ottone e incise su lastra di marmo.
Colpi di proiettili incisi sul muro.
Targa commemorativa.
Foto in porcellana dei partigiani uccisi nel distretto di Fabriano.

Altro

Osservazioni personali:
NOTA STAFF PIETRE: la cappella è stata censita anche dal Liceo Artistico Fabriano nell'ambito del concorso "Esploratori della memoria" a.a. 2014-2015.

Gallery