4902 - Cippo a Benedetto Bugliosi – Col di Mezzo

Cippo a forma di croce, di tipologia celtica (cm 74 X 27.5 e 7.5 di spessore della pietra), verticalmente piantato nel terreno, sul quale poggia per mezzo di un modesto piedistallo. Ricorda Benedetto Bugliosi che perse la vita durante un rastrellamento nazifascista.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Col di Mezzo
Indirizzo:
Strada Provinciale di Rancana 225
CAP:
06027
Latitudine:
43.396597496828676
Longitudine:
12.668609619140625

Informazioni

Luogo di collocazione:
Spazio aperto, posto al margine di un campo coltivato, al confine con la Strada Provinciale Scheggia - Rancana (37-9). In origine il cippo era collocato nella parte centrale del campo, proprio dove venne rinvenuto il corpo, crivellato di colpi, riverso e con una mano sul cuore, di Benedetto Bugliosi
Data di collocazione:
Incerta, tra il 1946 e il 1948
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Pietra calcarea grigiastra con l’inserzione di una formella rettangolare in marmo bluastro, situata nella parte frontale inferiore del cippo. Lo stato di conservazione è pessimo. Il manufatto presenta una fenditura orizzontale, all'altezza del basamento, che ne compromette fortemente la stabilità, tanto che è stato necessario collegarlo, tramite fili di ferro, ad un sostegno posticcio, collocato nella parte posteriore del cippo stesso.
Stato di conservazione:
Insufficiente
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Scheggia e Pascelupo
Notizie e contestualizzazione storica:
Ricordare la morte innocente di Benedetto Bugliosi, che perse la vita a soli 20 anni, il 27 marzo del 1944, durante un brutale rastrellamento nazifascista

Contenuti

Iscrizioni:
“Qui fu ucciso Benedetto Bugliosi di anni 20 una prece”
Simboli:
Croce celtica con corona a raggiera di luce spirituale

Altro

Osservazioni personali:
Il cippo è esposto e sottoposto, quotidianamente, al forte degrado, dovuto all'erosione e corrosione accelerate, da parte degli agenti atmosferici e, quindi, andrebbe urgentemente restaurato e fornito di una piccola copertura. Nella parte posteriore del cippo, in corrispondenza della legatura in filo di ferro, si è inspiegabilmente formata la sagoma di un piccolo cuore trafitto da una freccia d’amore.

Gallery