5206 - Cippo a Fiorigi Gasparini – Correggio

Cippo in pietra sormontato da una colonna tronca. Nella base è incastonata, in una piccola lapide marmorea, la fotografia in ceramica del Caduto e, subito dopo, una lastra in marmo, la cui epigrafe ha i caratteri incisi e riempiti con vernice di color nero. Anche un piccolo vaso portafiori in metallo argentato è apposto sul corpo del manufatto. Su un lato del cippo è stata piantata una siepe di sempreverde.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Ponte Nuovo
Indirizzo:
Via Sinistra Tresinaro
CAP:
42015
Latitudine:
44.77077121609952
Longitudine:
10.83058699965477

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Pietra per il cippo. Marmo per la lapide e la lastra. Ceramica per l'immagine del Caduto. Metallo per il vaso portafiori.
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Fiorigi Gasparini (“Tarzan”), nato a Fosdondo di Correggio (Re) il 25 Agosto 1927. Partigiano appartenente alla 77a Brigata Garibaldi SAP. Il 10 Marzo 1945, a San Martino di Correggio, mentre con altri partigiani sta nascondendo delle armi, rimane accidentalmente colpito da un proiettile, forse partito dalla sua stessa arma. Gasparini era entrato nel movimento resistenziale dal Novembre precedente e nel Febbraio successivo aveva raggiunto le formazioni dell’Appennino reggiano, inquadrato nel Distaccamento “Fratelli Cervi” (144a Brigata Garibaldi “Antonio Gramsci”) restandovi per poco tempo e tornando poi in pianura. In altra fonte, lo si trova indicato anche col nome di battaglia di “Ivan”.

Contenuti

Iscrizioni:
GASPARINI FIORIGI
(TARZAN)
O ARMA MIA, TANTO FEDEL .. PERCHE’ MI COLPISTI?
PERCHE’ MARTIRE TU SIA FRA QUEI MILLE E MILLE!
I COMPAGNI PARTIGIANI
N. 25 – VIII – 1927 M. 10 – III – 1945
Simboli:
La vegetazione attorno al cippo è stata tagliata. Risulta cosí maggiormante visibile.

Altro

Osservazioni personali:
In occasione del 50° anniversario della Liberazione il cippo è stato affiancato da una struttura metallica, opera di Oscar Accorsi, ma alla data dello scatto delle fotografie, nella primavera del 2013, detta struttura non era presente.

Gallery