5542 - Cippo a Vittorio (“Toti”) e Vandina Saltini – Fosdondo di Correggio

Cippo formato da una colonna tronca in marmo poggiante su un basamento costituito da una roccia di pietra. Si trova in una piccola area, arricchita da due cipressi, interamente protetta da una recinzione in ferro che si apre nella parte anteriore con un cancelletto a doppia anta. Sulla colonna sono incisi in nomi dei due Caduti, con i rispettivi dati anagrafici e il simbolo del Partito Comunista Italiano (falce e martello con stella a cinque punte). Vi sono presenti anche i foto ritratti in ceramica racchiusi in un ovale di bronzo. Sulla sua sommità è scolpita una corona floreale, allegoria di un omaggio perenne alla memoria dei due partigiani. Alla base della colonna e nel corpo del basamento si trovano incise le due epigrafi marmoree. Tutti i caratteri presenti nel cippo e il simbolo del PCI sono riempiti con vernice di color nero. Ai piedi del manufatto trova spazio un vaso portafiori in metallo argentato. Nel 1995 vi è stata sistemata anche una struttura metallica longilinea, opera di Oscar Accorsi. Successivamente è stata applicata una targa metallica con la descrizione dell’episodio scritta da Lorenzo Favella per il volume “I racconti dei cippi”: in una sorta di “Antologia di Spoon River” in chiave padana, ogni Caduto narra in prima persona, in maniera molto suggestiva, gli ultimi momenti che hanno preceduto la propria morte.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Fosdondo
Indirizzo:
Via Bonacina
CAP:
42015
Latitudine:
44.78244616514169
Longitudine:
10.722844004631042

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada
Data di collocazione:
25 Gennaio 1946
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Marmo per la colonna e per le targhe dove sono incise le due epigrafi. Pietra per il basamento su cui poggia la colonna. Ferro per la recinzione ed il cancelletto. Metallo per la struttura esterna, per la targa ivi apposta e per il vaso portafiori. Ceramica per le fotografie dei due Caduti. Bronzo per le cornici che ne racchiudono le immagini.
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
VITTORIO SALTINI
N. 1 . 12 . 1904 . M. 25 . 1 . 1945

VANDINA SALTINI
N. 5 . 6 . 1908 . M. 25 . 1 . 1945

IL GIORNO 25 GENNAIO 1945
VENIVANO QUI ASSASSINATI
DALLE BANDE NAZI – FASCISTE

SALTINI VITTORIO “TOTI”
SEGRETARIO DELLA FEDERAZIONE
COMUNISTA – COMMISSARIO DEL
COMANDO PIAZZA DEL C.V.L.
MILITANTE ATTIVISTA E CONSEGUENTE
DELLA LOTTA CONTRO IL FASISMO (sic)
INIZIATA FIN DAL 1921 E MAI SOSPESA
CADEVA IN UNA IMBOSCATA
MENTRE SI RECAVA AD UN
IMPORTANTE CONVEGNO COI
COMANDANTI MILITARI DELLE
FORZE PARTIGIANE

SALTINI VANDINA
MILITANTE COMUNISTA DEGNA SO (sic)
RELLA DI TOTI ATTIVISTA DEI G.D.D.
STAFFETTA DEI SAP E GAP PORTOR (sic)
DINI DELLA FEDERAZIONE COMUNI (sic)
STA CADDE MENTRE ACCORREVA
PRESSO IL FRATELLO COLPITO SPE (sic)
RANSOSA (sic) DI PORTARGLI SOCCORSO
Simboli:
Falce e martello con stella a cinque punti, simbolo del Partito Comunista Italiano, incisa nella colonna. Corona di fiori scolpita sulla stessa colonna.

Altro

Osservazioni personali:
La valutazione circa lo stato in cui si trova il cippo potrebbe notevolmente migliorare se si provvedesse a rendere maggiormente leggibile l'epigrafe, data la progressiva consunzione della vernice che ne riempie i caratteri.

Gallery