5539 - Cippo ad Antenore Manicardi – Prato di Correggio

Cippo in pietra costituito da una roccia, verniciata in color bianco, sulla quale si dispiega una pergamena marmorea contenente l’epigrafe, formata da caratteri metallici in rilievo di color argento. Questa riporta il nome del Caduto, l’età e il giorno della morte. Vi è posta anche la sua fotografia in ceramica, racchiusa in un ovale di metallo argentato. Il manufatto è posto su un basamento in cemento dove trova spazio un vaso portafiori in metallo argentato. Nel 1995 vi è stata sistemata anche una struttura metallica longilinea, opera di Oscar Accorsi. Successivamente è stata applicata una targa metallica con la descrizione dell’episodio scritta da Lorenzo Favella per il volume “I racconti dei cippi”: in una sorta di “Antologia di Spoon River” in chiave padana, ogni Caduto narra in prima persona, in maniera molto suggestiva, gli ultimi momenti che hanno preceduto la propria morte.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Prato
Indirizzo:
Via Gazzata
CAP:
42015
Latitudine:
44.711129761726006
Longitudine:
10.751351863145828

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada
Data di collocazione:
Ottobre 1945
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Pietra per il corpo del cippo. Marmo perla pergamena. Ceramica per la fotografia del Caduto. Metallo argentato per i caratteri dell'epigrafe, la cornice che racchiude l'immagine ed il vaso portafiori. Metallo per la struttura esterna e per la targa ivi apposta.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
ANTENORE
MANICARDI
GINO
DI ANNI 33
CADEVA
EROICAMENTE DA PARTIGIANO
IL 3 . 2 . 1945
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery