9221 - Cippo ad Antonio Carini e lapide ai Caduti partigiani – Meldola

Il cippo al partigiano Antonio Carini e la lapide ai Caduti per la Libertà di Meldola si trovano lungo la spalletta sinistra del Ponte dei Veneziani, sopra il fiume Bidente, in corrispondenza del pilone più grande. Carini (nome di battaglia “Orsi”) era un militante comunista di lungo corso nato a Monticelli d’Ongina (Pc), già combattente nella Guerra civile spagnola e confinato politico. Nella Resistenza divenne membro del Comando generale delle Brigate Garibaldi con il compito d’Ispettore di queste formazioni in Romagna. In tale veste è catturato dai fascisti il 9 Marzo 1944 e bestialmente torturato nella Rocca delle Caminate, presso Meldola. Il 13 Marzo successivo, legato dietro ad un’auto, è condotto sul Ponte dei Veneziani dove i militi lo massacrano a colpi di pugnale e pietra. Il corpo viene poi gettato nel Bidente. Alla sua “Memoria” sarà conferita la medaglia d’Argento al Valor Militare. Il cippo a lui dedicata è una spessa lastra di marmo di forma rettangolare. Nella sua parte superiore è incisa l’epigrafe che riporta il nome del Caduto e la data di morte; in quella inferiore, in posizione centrale, è stato scolpito in bassorilievo il volto deturpato di Carini al momento del suo rinvenimento, così come si evince dalla sottostante didascalia. Il cippo ha un basamento di pietra a pianta rettangolare. Dinanzi ad esso è posta una conca di marmo della stessa forma, ma di più ridotte dimensioni, atta ad accogliervi fiori o piccole piante. Poco discosta dal cippo, a destra rispetto allo stesso, si trova infissa sulla spalletta del ponte la lapide dedicata ai partigiani meldolesi caduti nella Guerra di Liberazione. E’ una semplice lastra di marmo di forma rettangolare, sostenuta da quattro ganci di metallo. Vi si trovano otto nominativi, disposti in ordine alfabetico, l’anno della loro morte (per tutti il 1944), quello di posa della lapide e l’ente committente, ovvero la locale sezione dell’Ass.ne Naz.le Partigiani d’Italia. Tutti i caratteri sono in bronzo ed in rilievo.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Ponte dei Veneziani, Via Sbaraglio (Strada Provinciale 48)
CAP:
47014
Latitudine:
44.1217239
Longitudine:
12.06110769999998

Informazioni

Luogo di collocazione:
Spalletta del Ponte dei Veneziani
Data di collocazione:
La lapide ai Caduti partigiani è stata posta nel 1985
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Marmo per il cippo, la conca portafiori e per la lapide dedicata ai Caduti partigiani meldolesi. Pietra per il basamento su cui è ubicato il cippo. Bronzo per i caratteri in rilievo che compongono l'epigrafe posta sulla lapide. Metallo per i ganci di sostegno di quest'ultima.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Meldola e A.N.P.I. locale
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
QUI CADDE ANTONIO CARINI
“ORSI” COMMISSARIO DELLA DI (sic)
VISIONE GARIBALDI FORLI (sic) -
COMBATTENTE INDOMITO PER
LA LIBERTA' DELLA PATRIA
MASSACRATO DAI FASCISTI IL
13 – MARZO – 1944 -
PARTIGIANI E POPOLO ERIGO (sic)
NO QUESTA PIETRA TESTIMO (sic)
NIANZA AI POSTERI RICORDO
AGLI IMMEMORI

COME FU RIDOTTO

Lapide ai Caduti partigiani:

AI CADUTI PER LA LIBERTA'
1944 1985
CASTELLUCCI SECONDO
GALEOTTI GINO
GRASSI OSVANO
LIPPI TONINO
ROSSI SILVANO
TESEI VITTORIO
VALBONETTI BENITO
ZACCARELLI ANTONIO
SEZ. A.N.P.I.
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Coordinate Google Maps: 44.1213456 12.0616937

Gallery