5734 - Cippo ad Armando Luppi e Ugo Bizzarri – San Biagio di Correggio

Cippo in marmo, costituito da un basamento, a forma di parallelepipedo a pianta quadrata, su cui poggia una colonna spezzata. Nella parte inferiore del manufatto è incisa l’epigrafe i cui caratteri hanno perso l’originaria colorazione con vernice nera. Sul vertice della colonna è scolpita una ghirlanda floreale (composta da fiori d’acanto, mirto e alloro) a perenne omaggio del loro sacrificio, sotto la quale sono apposte le fotografie in ceramica dei due Caduti. Nel 1995 vi è stata sistemata anche una struttura metallica longilinea, opera di Oscar Accorsi. Successivamente è stata applicata una targa metallica con la descrizione dell’episodio scritta da Lorenzo Favella per il volume “I racconti dei cippi”: in una sorta di “Antologia di Spoon River” in chiave padana, ogni Caduto narra in prima persona, in maniera molto suggestiva, gli ultimi momenti che hanno preceduto la propria morte. Completa il sito un vaso portafiori in metallo.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
San Biagio
Indirizzo:
Via Modena, 70
CAP:
42015
Latitudine:
44.74522613746245
Longitudine:
10.78745206844792

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Marmo, Altro
Materiali (Dettaglio):
Marmo per l'intero cippo. Ceramica per le fotografie dei due Caduti. Metallo per il vaso portafiori, per la struttura esterna e per la targa ivi apposta.
Stato di conservazione:
Sufficiente
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
LUPPI ARMANDO
BIZZARRI UGO

EROICI PATRIOTI DIRIGENTI DEL P.C.I.
MILITANTI DI UN IDEALE
DI LIBERTA'
GIUSTIZIA E FRATELLANZA
CONOBBERO LA VIOLENZA
E IL CARCERE FASCISTA
PER LA PATRIA
E LA SALVEZZA DL POPOLO
IMPUGNARONO LE ARMI
QUI L'8 GIUGNO 1944
FURONO ASSASSINATI
DAGLI SCHERAMI (sic) FASCISTI
ONORE E GLORIA AI MARTIRI
DELL'INDIPENDENZA NAZIONALE
Simboli:
Ghirlanda floreale di marmo (composta da fiori d'acanto, mirto e alloro) sulla colonna tronca.

Altro

Osservazioni personali:
Il cippo ha un'epigrafe pressoché illeggibile. Il colore nero usato per riempire i caratteri è del tutto sbiadito. L'area in cui si trova è ricoperta da erbacce ed è usata come deposito di materiale edilizio. Anche le fotografie dei due caduti sono state oggetto di atti vandalici perché risultano graffiate.

Gallery