10092 - Cippo ai Caduti dell’eccidio del 29/4/1944 – Martorano di Cesena

A seguito dell’uccisione di due militi del Btg. M “Venezia Giulia” per mano dei partigiani, il 29 Aprile 1944 i fascisti operano un vasto rastrellamento che investe le frazioni cesenati di Martorano, Ronta, San Martino, San Giorgio, Bagnile e Calabrina. Vi partecipano il reparto da cui provenivano i due caduti, elementi della Guardia Nazionale Repubblicana e i fascisti di Cesena. Sono effettuati numerosi arresti ma sono fucilate anche 8 persone tra Bagnile e Martorano. In quest’ultima località cadono trucidati Guido Barbanti (detto Giovanni), nel podere Ceccarelli ed Otello Fusconi (detto Gino), Guglielmo Urbini e due ex prigionieri di guerra slavi lungo il fiume Savio. Le vittime di quest’eccidio saranno incluse tra i Caduti partigiani della 29a Brigata Garibaldi G.A.P. “Gastone Sozzi”. Il cippo in loro memoria si trova lungo il margine della Via Ravennate. E’ costituito da un masso di pietra posto su una base di cemento a pianta rettangolare. L’epigrafe è formata da caratteri di bronzo in rilievo e vi sono riportati la data dell’eccidio, i nomi dei tre Caduti italiani, con la loro data di nascita, ma solo uno “slavo ignoto” contrariamente ai due realmente uccisi. Il cippo è protetto da una recinzione di ferro (infissa in un cordolo in cemento) che si interrompe parzialmente soltanto nella parte frontale per l’accesso allo stesso.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Frazione Martorano
Indirizzo:
Via Ravennate di fronte al n. civico 2800
CAP:
47522
Latitudine:
44.1723789
Longitudine:
12.2427501

Informazioni

Luogo di collocazione:
Spiazzo al margine della strada
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Bronzo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Pietra grezza per il cippo. Cemento per il basamento su cui poggia il manufatto e per il cordolo sul quale corre la recinzione. Bronzo per i caratteri in rilievo dell'epigrafe. Ferro per la recinzione.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Cesena
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
IL 29 APRILE 1944
QUI A MARTORANO
UNA SPERANZA DI PRIMAVERA
PER CHI RESTAVA
L'ORRORE DEL MARTIRIO
PER TRE ITALIANI E UNO SLAVO
QUANDO L'EUROPA
SIGNIFICAVA NAZISMO

TRUCIDATI DAI FASCISTI
FUSCONI GINO OTELLO 21 2 1927
URBINI GUGLIELMO 24 6 1901
BARBANTI GUIDO 6 4 1900
SLAVO IGNOTO
Simboli:
Non sono presenti simboli

Altro

Osservazioni personali:
Coordinate Google Maps: 44.1723789 12.2427501

Gallery