5375 - Cippo al partigiano Luciano Gianello – Aulla

Cippo a pilastrino in marmo bianco di Carrara, dedicato al partigiano Luciano Gianello, morto nella battaglia di Lago Santo nel 1944; il cippo è collocato su un basamento, con la lastra anteriore recante iscrizione in caratteri bronzei, e presenta sulla terminazione una decorazione vegetale realizzata a bassorilievo.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Viale Lunigiana, 58
CAP:
54011
Latitudine:
44.22044260482127
Longitudine:
9.969035301226313

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada, a pochi metri dall'entrata autostradale
Data di collocazione:
21/04/2012
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo
Materiali (Dettaglio):
Cippo e basamento in marmo bianco di Carrara; iscrizione in bronzo
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Aulla; A.N.P.I Licciana Nardi
Notizie e contestualizzazione storica:
Il cippo è stato realizzato per ricordare il valore di Luciano Gianello nella battaglia di Lago Santo. Quello che oggi è un pittoresco e tranquillo specchio d'acqua durante la seconda guerra mondiale fu teatro di una feroce battaglia fra i partigiani e i tedeschi. Nel marzo del '44 un manipolo di uomini comandati da Dante Castellucci, detto Facio, figura leggendaria e controversa della Resistenza lunigianese, si nascose all'interno del rifugio in attesa di incontrarsi con un altro gruppo alleato. Giunse invece una nutrita schiera di soldati nazifascisti ben armati, mentra i partigiani avevano solo qualche arma leggera. Nonostante tutto questi decisero di trincerarsi nel rifugio e di resistere ai numerosi nemici. Incominciò così una cruenta battaglia che durò dal pomeriggio alla notte del 18 marzo 1944 e parte del giorno successivo. Ma Facio e i suoi uomini riuscirono a resistere fino alla ritirata del nemico, che lasciò sul campo ben 16 morti e 36 feriti, mentre i partigiani feriti e stremati riuscirono a fuggire e a continuare la loro Resistenza.

Contenuti

Iscrizioni:
LUCIANO GIANELLO
VENTENNE
MIRKO-COME PARTIGIANO
ONESTO E VALOROSO
NON POTÈ OPPORRE
IL SUO CORAGGIO
ALL'INSIDIA TEDESCA
RIMASTA AD UCCIDERE
GLI INERMI

(sulla lastra della base)
EROE DELLA BATTAGLIA DEL LAGO SANTO
MEDAGLIA D'ARGENTO AL VALORE CIVILE
PER AVER VOLONTARIAMENTE OPERATO PER IL RISANAMENTO
DA ORDIGNI BELLICI INESPLOSI FINO ALL'ETREMO SACRIFICIO
QUESTO CIPPO CHE RICORDA LA TUA GIOVENTÙ PERDUTA
SIA SIMBOLO DI PACE E LIBERTÀ PER I POSTERI
COMUNE DI AULLA
A.N.P.I LICCIANA N.
21 APRILE 2012
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Il cippo è alto circa 150 cm.

Gallery