8752 - Cippo dedicato alla strage del 27 aprile 1945 – Treschè Conca di Roara

Cippo dedicato alla strage di Treschè Conca effettuata da reparti tedeschi a seguito di un attacco dell’armata partigiana Garibaldi

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Treschè Conca
Indirizzo:
Via Fondi, 95 Tresché Conca, VI, Italia
CAP:
36012
Latitudine:
45.84128
Longitudine:
11.432469999999967

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato Strada
Data di collocazione:
1979
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Struttura piramidale realizzata in pietra.
Lastra di marmo.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Treschè Conca
Notizie e contestualizzazione storica:
La strage di Treschè Conca fu una strage compiuta da reparti tedeschi nel corso della seconda guerra mondiale il 27 aprile 1945 in località Fondi di Treschè Conca, frazione del comune di Roana, in provincia di Vicenza, in seguito ad un attacco partigiano. La strage provocò 19 vittime, tra cui 8 partigiani e 11 civili.

I fatti ebbero inizio, quando un gruppo di partigiani, schierati per difendere la popolazione di Fondi di Treschè Conca assaltò una colonna motorizzata tedesca causando il momentaneo sbandamento della colonna stessa.
La colonna di tedeschi era però composta anche da mezzi pesanti, schierati per supportare i veterani paracadutisti. Così i tedeschi ebbero la meglio sul gruppo di partigiani, otto dei quali vennero uccisi sul posto.
In seguito, i tedeschi, per rappresaglia, rastrellarono una decina di case di Treschè Conca, uccidendo sul posto Giovanni Pellarin e la figlia diciannovenne Irma.
Dalle case vennero poi prelevati nove ostaggi, che furono in seguito fucilati in località Cavrari di Treschè Conca.
Le persone che furono fucilate erano in parte persone del luogo, in parte persone giunte sull'Altopiano di Asiago dopo aver abbandonato le terre dell'Istria e della Dalmazia.

Contenuti

Iscrizioni:
BEATISSIMI VOI
CHE OFFRISTE IL PETTO ALLE NEMICHE LANCE
PER AMOR DI COSTEI CHE AL SOL VI DIEDE
PASSEGGERO RICORDA:
SU QUESTE ZOLLE
PER L'IDEALE DI LIBERTÀ DI PATRIA
CHE VIVIDA ALIMENTÒ LA FIAMMA
AI MARTIRI DI MATHAUSEN
E DELLA RESISTENZA IN QUESTI MONTI
GARIBALDINI DEL BTG.PRETTO,, BGT.PINO
IL 27 APRILE 1945
SUGELLARONO CON IL LORO SANGUE
IL SACRIFICIO COMUNE

TRESCHÈ CONCA
PANOZZO GIUSEPPE DI GIUSEPPE
" " IRMA FU GIOVANNI
" " GIOVANNI FU LUIGI
" " GIOVANNI FU SABINO
" " GIÒ BATTA FU ANTONIO
" " MATTEO FU GIOVANNI
" " GIOVANNI FU ANTONIO
" " BRUNO FU GUGLIELMO
POZZA ANTONIO FU BORTOLO
FRIGO LUIGI FU GIUSEPPE
ANSELMI PIETRO
FRIGO MARIO DI PIETRO
CHIUPPANO
DAL PRA VIRGINIO DI NICOLA
RUDELLA FRANOESCO DI BORTOLO
TERSO VALENINO DI MICHELE
BUSATO LUIGI DI LEONARDO
MOSSON
MAZZACAVALLO ROMOLO DI GIACOMO
CARLASSARE RITO FU GIACOMO

PEDESCALA
PRETTO FRANCESCO
PELIZZARI BRUNO
CRIVELLETTO AGOSTINO
VALENTINI ELIO
SLAVIERO STEFANO
DELLA VIA EMICIO
CICCHELLERO GIUSEPPE
ALTAVILLA
MARTINI GIACINTO
SACILE
MATTIOLI MARIO
BREGANZE
GRAZIANI FAUSTO
REGGIO CALABRIA
MESIANO PASQUALE
TRIESTE
BIEKAR VITTORIO
USMIANI GIOVANNI )
COSSOVICH PELLEGRINI ( ZARA
DADICH ROCCO )
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery