108021 - Edicola con lapide in marmo – Upega – Briga Alta (CN)

Lapide in marmo riferita a combattimento e rastrellamento durante la Guerra di Liberazione. La lapide, circondata da una sottile cornice in pietra, è applicata al muro, in pietra e cemento, di un’edicola con tetto a due spioventi e reca una scritta con lettere a rilievo.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Upega
Indirizzo:
Via Provinciale
CAP:
18025
Latitudine:
44.1288639
Longitudine:
7.729908300000034

Informazioni

Luogo di collocazione:
La lapide si trova in uno spiazzo lungo la strada provinciale in prossimità del paese
Data di collocazione:
17/10/1975
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Informazione non reperita
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
A.N.F.I.M. di Imperia
Notizie e contestualizzazione storica:
A Upega, nell'ottobre del 1944, reparti della sesta Divisione Garibaldi combattono disperatamente contro l'accerchiamento tedesco. Molti partigiani cadono colpiti a morte, fra essi Libero Briganti, Francesco De Marchi e il comandante Silvio Bonfante "Cion" che, ferito, si toglie la vita per non cadere nelle mani del nemico.

Contenuti

Iscrizioni:
Partigiani caduti a Upega

Il 17-X-1944

Bonfante Silvio Medaglia d’oro
De Marchi Francesco M. d’Argento
Aquarone Lorenzo
Agnese Francesco
Bortolotti Giannino
Briganti Libero M. d’Argento
Gasparri Giuseppe
Gazzelli Francesco
Italiano Emanuele
Miazzo Attilio
Vassallo Francesco
Ignoto
Ignoto

Dio Accogli questi diletti Figli
che caddero per la Libertà d’Italia
e fa che il loro sangue non sia stato
versato invano

L’A.N.F.I.M. di Imperia pose.
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery