10216 - Lapide ad Andrea Gualandi – Cà di Malanca – Fornazzano

Lapide in ceramica con cornice di pietra arenaria alla memoria di Andrea Gualandi, morto durante gli scontri con i Tedeschi.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Fornazzano
Indirizzo:
Via Cà di Malanca
CAP:
48013
Latitudine:
44.160287933088505
Longitudine:
11.646868688916015

Informazioni

Luogo di collocazione:
Facciata del museo della Resistenza, Cà di Malanca
Data di collocazione:
12/10/1980
Materiali (Generico):
Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Lapide composta da otto piastrelle in ceramica contornate da cornice in pietra arenaria.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Andrea Gualandi era fratello del commissario politico Guido Gualandi. Durante gli scontri con le forze nazifasciste egli perse la vita.
Guido Gualandi guidò i processi nel molino Boldrino.

Contenuti

Iscrizioni:
Alla memoria Andrea Gualandi nato il 23 Dicembre 1911, a Dozza(BO).
Medaglia d’oro al valor militare.
Motivazione
Forte tempra di combattente era tra i primi ad organizzare le formazioni partigiane della sua zona e a sostenere, con le stesse, duri scontri alla testa di pochi ardimentosi.
Successivamente portatosi sulle montagne guidava i suoi uomini diventati –sotto la sua guida- molte centinaia, in numerosi, ardui combattimenti, nel corso dei quali metteva in luce doti da comandante.
Quando già la sua zona stava affrancandosi dall’occupazione nemica, cadeva da prode nel corso di un violento combattimento contro preponderanti forze nemiche, dopo essersi battuto sino all’ultimo anelito per la causa della libertà della patria.
S. Paolo di Falterona- Modigliana 9 Aprile- 14 Ottobre 1944
Il comune di Dozza 12 Ottobre 1980
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery