10622 - Lapide ai Caduti della provincia di Chieti – Chieti

Lapide a ricordo dei Caduti del territorio della provincia di Chieti che hanno perso la vita durante la prima e seconda guerra mondiale. Si trova nell’androne della Caserma “Adelchi Pierantoni” di Chieti.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Via degli Agostiniani, 52
CAP:
66100
Latitudine:
42.35405398009765
Longitudine:
14.166354251560733

Informazioni

Luogo di collocazione:
Sulla parete dell'androne d'ingresso della Caserma Pierantoni
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Marmo, Ottone, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Lapide in marmo rosa bloccata al muro con sei borchie d’ottone. Da una lato era presente un’iscrizione in caratteri d’ottone ma oramai illeggibile: dalle tracce dei caratteri si possono intuire le prime due righe FIGLIO D'ABRUZZO / QUESTA PACE ARDENTE / ... . Dall’altro lato è presente una nicchia, protetta da un vetro, al cui interno c’è con un cippo di pietra formato da una colonnina posta su tre scalini. In cima alla colonnina c’è una stella mentre sui tre scalini c’è la dedica ai Caduti.
Stato di conservazione:
Insufficiente
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Chieti
Notizie e contestualizzazione storica:
In largo S. Maria, alla fine di via Agostiniani, si trovava anticamente un tempio dedicato a S. Pietro Apostolo. Nel 1557 l’edificio fu abbattuto per costruire i bastioni di difesa della città. Nel 1564 la chiesa venne ricostruita e assunse il nome di S. Maria in S. Pietro. Accanto ad essa sorse l’ospedale per i pellegrini che, nel 1593, fu trasformato nel Convento delle suore di clausura delle Clarisse, chiuso il 26 giugno 1862. In seguito il complesso (160 vani con 3.660 mq coperti e 4.900 mq scoperti) ebbe vari usi. Prima divenne la Caserma “Adelchi Pierantoni”, generale nato a Chieti nel 1840 che si distinse nell’esercito piemontese ottenendo la Croce dell’Ordine di Savoia. Nella caserma ebbero sede in tempi diversi il 18° reggimento della Divisione Acqui e il Distretto Militare di Chieti. Dopo il trasferimento del Distretto, il complesso ospitò sia uffici pubblici che abitazioni private. Infine esso divenne la sede di decine di associazioni sportive e culturali teatine.
Fonte:
http://www.ch.camcom.it/uploaded/generale/Comunicazione/OE_N3_06.pdf

Contenuti

Iscrizioni:
(sulla lapide)
FIGLIO D'ABRUZZO / QUESTA PACE ARDENTE / ...

(sul cippo nella nicchia)
AI CADUTI
DI TUTTE LE GUERRE
DELLA PROVINCIA DI CHIETI
Simboli:
Stella a cinque punte nella parte superiore del piccolo cippo

Altro

Osservazioni personali:
L'iscrizione della lapide è completamente illeggibile.

Gallery