8041 - Lapide ai Caduti della strage di Penetola di Niccone del 28/6/’44 – Umbertide

All’una di notte del 28 Giugno 1944 alcuni soldati tedeschi appartenenti al 305° Pionier Bataillon della 305a Infanterie Division irruppero nel casale del podere Penetola e, dopo aver derubato i presenti, li radunaro tutti in una stanza al primo piano. Poi appiccarono il fuoco al fabbricato : coloro che cercarono scampo dalle fiamme, furono massacrati a colpi d’arma da fuoco e bombe a mano. Morirono così, inspiegabilmente, 12 civili dei 24 che vi si trovavano in quel momento, tra sfollati e residenti. Nel 30° Anniversario della strage l’Amministrazione comunale di Umbertide ha apposto una lapide sulla parete esterna del casale, oggi abbandonato e ridotto ad un rudere. Si tratta di una lastra rettangolare di marmo sostenuta al muro mediante quattro perni di bronzo. L’epigrafe è composta da caratteri di bronzo in rilievo. Vi sono riportati i nomi delle vittime in ordine alfabetico, ognuna con la relativa età, la data della strage e l’Ente committente. Il sito si raggiunge seguendo la strada sterrata che parte dal cippo posto sulla “provinciale”, anche questo eretto a memoria dei Caduti di Penetola. In linea d’aria sono poco più di 600 mt.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Frazione Niccone, località Penetola
Indirizzo:
Pressi di Via Caduti di Penetola/Strada Regionale 416/Strada Provinciale 146
CAP:
CAP 06019
Latitudine:
43.316104
Longitudine:
12.289712

Informazioni

Luogo di collocazione:
Parete esterna di una casa diroccata in aperta campagna
Data di collocazione:
1974
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo
Materiali (Dettaglio):
Marmo per la lapide. Bronzo per i caratteri in rilievo dell'epigrafe e per i quattro perni di sostegno.
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Umbertide
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
IL 28 GIUGNO 1944
IN QUESTO CASOLARE
AVORIO ANTONIO DI ANNI 11
AVORIO CARLO – 8
AVORIO RENATO – 14
FORNI CANZIO – 58
FORNI EZIO – 21
FORNI EDOARDO – 16
LUCCHETTI GUIDO – 18
NENCIONI CONFORTO – 36
NENCIONI EUFEMIA – 44
NENCIONI FERRUCCIO – 46
NENCIONI RENZINI ERMINIA – 68
NENCIONI BERNACCHI MILENA – 41
INNOCENTI
FURONO ARSI VIVI
DALLE ORDE NAZI-FASCISTE IN FUGA

L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE
NEL XXX° ANNIVERSARIO
LI RICORDA
A QUANTI AMANO LA LIBERTA'
Simboli:
Non sono presenti simboli

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery