9207 - Lapide alla Medaglia al Valor Civile della città di Marsala

Lastra commemorativa della Medaglia al Valor civile conferita alla città come ricompensa per i fatti luttuosi conseguenti ai bombardamenti del maggio 1943 e per il grande coraggio dimostrato dall’intera popolazione. La lapide, in bronzo, è contornata da un motivo semplice in rilievo.

lapide

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Via Giuseppe Garibaldi 1
CAP:
91025
Latitudine:
37.7990623
Longitudine:
12.434778100000017

Informazioni

Luogo di collocazione:
La lapide è affissa nel plesso che ospita gli uffici comunali
Data di collocazione:
1961
Materiali (Generico):
Bronzo
Materiali (Dettaglio):
Informazione non reperita
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune
Notizie e contestualizzazione storica:
L’11 maggio 1943 delle bombe dei futuri alleati colpirono la città distruggendo buona parte del centro. Oltre mille le vittime. La ricostruzione fu lenta e mise a dura prova la popolazione.
La Medaglia d’oro al Valor Civile è stata conferita nel 1961 per i fatti luttuosi conseguenti ai bombardamenti dell’11 maggio 1943 e per il grande coraggio dimostrato dall’intera popolazione.
Le Medaglie d’Oro al Valor Civile conferite ai comuni sono la ricompensa per un grande sacrificio sopportato dalla popolazione durante guerre, calamità naturali o altre tragedie. Le ricompense al Valor Civile sono regolate da un’apposita legge del 1958 e consistono in Medaglie d’oro, d’argento e di bronzo, nonché in un attestato di “Pubblica benemerenza”. Il conferimento ufficiale avviene col decreto Presidenziale su proposta del Ministro dell’Interno.
Marsala è nota ai più per lo sbarco dei Mille che avvenne l’11 maggio 1860.
Ogni anno, quindi, l’11 maggio la città ricorda lo Sbarco dei Mille e anche le vittime del bombardamento.

Contenuti

Iscrizioni:
CITTÀ DI MARSALA
MEDAGLIA D’ORO AL VALOR CIVILE
“APRILE-MAGGIO 1943”
CON ANIMO FIERISSIMO RESISTETTE IMPAVIDA
ALLE OFFESE DELLA GUERRA, SOPPORTANDO
RIPETUTI BOMBARDAMENTI CHE CAUSARONO
LA PERDITA DELLA MAGGIOR PARTE DEL SUO
PATRIMONIO EDILIZIO E LA MORTE DI OLTRE 1000 CITTADINI.
LA POPOLAZIONE TUTTA SI PRODIGÒ CON
GENEROSITÀ PER LA CURA DEI FERITI, DE-
GLI ORFANI, DEI SENZA TETTO.
GRONCHI
16 MAGGIO 1960
FONDERIA CNO BASILE & C. PALERMO
Simboli:
nessun simbolo

Altro

Osservazioni personali:
Foto scattate da O. Mazzon durante le vacanze estive, in occasione di un tour della Sicilia.