794 - Lastra a Spoleto ai partigiani della Brigata Melis

La lastra rettangolare commemora la “Brigata Melis” impegnata a Spoleto nella  lotta di Liberazione.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Piazza Campello Spoleto
CAP:
06049
Latitudine:
42.7340019
Longitudine:
12.73888199999999

Informazioni

Luogo di collocazione:
Area verde, lato sud del monumento ai Caduti del 1860.
Data di collocazione:
25/04/2013
Materiali (Generico):
Ottone
Materiali (Dettaglio):
La lastra è in ottone, posta sul lato est del monumento ossario in Marmo inaugurato il 17 settembre 1910 in ricordo dei i Caduti del 1860 è l'ultimo tassello posto su un monumento già pieno di memorie storiche, la prima targa è quella in bronzo apposta nel 1921.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Spoleto
Notizie e contestualizzazione storica:
Tutta la documentazione relativa alla costruzione del Monumento ai Caduti del 1860 è conservata alla Sezione di archivio di Stato di Spoleto. Buste Celebrazione Cinquantenario e negli articoli della "Giovane Umbria" del 1909-1910. L'inaugurazione, alla presenza del Capo del governo Luttazzi, il 17 settembre del 1910, del monumento è la parte più importante degli eventi celebrativi. L'ultima lastra posta è del 2013.

Contenuti

Iscrizioni:
Nel 70° anniversario dell'avvio della guerra di liberazione / la città rende omaggio ai suoi partigiani che con il loro/ coraggio ed eroismo ci restituirono la libertà e la democrazia/ indica ad imperituro esempio le azioni della "Brigata Melis"/ che operò nello spoletino ed in Valnerina e dei suoi decorati.
(Su due colonne)
Medaglia d'oro al valor Militare / Capuzzi Pietro (in memoria)/ Forti Sergio (in memoria)/ Gastaldi Italo (in memoria)/ Micale Salvatore (in memoria)/ Schiavetti Arcangeli Paolo (in memoria) // Medaglia d'argento al valor Militare / Da Rin Fioretto (in memoria) / Valentini Manlio/ Marucci Rosina//.
Medaglia di bronzo al Valor Miltare / Monini Nello // Croci di Guerra al Valor Militare/ Loreti Gian Paolo/ Spitella Francesco//
25 aprile 2013
Simboli:
Il monumento, in pietra e marmo progettato dal Bazzani, è un cenotafio sorretto da quattro colonne con copertura a doppio spiovente, acroteri laterali- All'interno vi è il sarcofago ornato da elementi floreali e sculture laterali raffiguranti elmi.. Sul monumento, oltre alle targhe, sono scolpite le scritte: ad est "LIBERTA'", ad ovest "PATRIA"; sullo scudo a nord "1860", a sud "1910".

Altro

Osservazioni personali:
La lastra è stata apposta di recente, nell'unico lato libero da altre targhe. Il monumento ai caduti del 1860 fu eretto nel 1910 ad opera di Cesare Bazzani, in occasione del Cinquantenario dell'annessione di Spoleto al Regno d'Italia. Oltre a ricordare le truppe regie comandate dal generale Brignone, la targa a Nord ricorda il 60° anniversario della liberazione(già censita), ad ovest il 150° anniversario della Annessione e, appunto sul lato sud, il 70° avvio della Liberazione. E' senza ombra di dubbio, il monumento che cronologicamente ricorda i fatti più importanti di Spoleto, dall'annessione alla Liberazione.

Gallery