3749 - Lastra ai Caduti militari larcianesi nella guerra 1940 -1945

Lastra commemorativa a ricordo dei Caduti militari larcianesi durante il secondo conflitto mondiale. Questa lastra raccoglie i nomi e la relativa paternità dei giovani Caduti per la Patria; è stata posta accanto alla lastra dei Caduti della Grande Guerra posta anche quella il 20 novembre ma di 94 anni prima (1921). La Pietra, con il logo “Pietre della Memoria” impresso, è la prima in Italia che raccoglie assieme le associazione combattentistiche dell’ANMIG, ANCR e ANFCDG.

La pietra è realizzata nel 2015, con uno stile moderno, ma utilizzando una vecchia modalità di iscrizione inserendoci la paternità, questo per poter risalire al ceppo familiare di appartenenza.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
San Rocco
Indirizzo:
Piazza Vittorio Veneto, 1
CAP:
51036
Latitudine:
43.8246547
Longitudine:
10.877653399999986

Informazioni

Luogo di collocazione:
Ingresso Municipio
Data di collocazione:
20/11/2015
Materiali (Generico):
Marmo, Altro
Materiali (Dettaglio):
Lastra in marmo bardiglio di Carrara, sorretta da staffe in acciaio brunito.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Larciano
Notizie e contestualizzazione storica:
Sulla lastra sono scolpiti 30 nomi di giovani larcianesi che hanno perso la vita durate il secondo conflitto mondiale. Molti di loro sono morti lontano da casa, nei campi di prigionia in Germania, in Africa, in Russia, in Grecia, in Albania e addirittura durante il D-Day in Normandia, in mare e altri a "casa".

Contenuti

Iscrizioni:
Comune di Larciano

ELENCO DEI MILITARI CADUTI PER LA PATRIA NELLA GUERRA 1940 - 45

Acerbi Amedeo fu Luigi
Acerbi Maggiorino fu Luigi
Andreini Ugo di Natale
Bargi Bruno di Orlando
Barni Cecilio di Giuseppe
Bartolini Anselmo di Cesare
Bertocci Gino di Luca
Borgianni Mario di Giuseppe
Cappelli Oreste di Giulio
Cozzi Guido di Lorenzo
Diolaiuti Pietro fu Raffaello
Fagni Duilio di Pietro
Giraldi Giuseppe di Giulio
Ghilardi Gesuino di Ferdinando
Giampieri Giuseppe di Antonio
Innocenti Dino di Emilio
Lombardi Gino di Eliseo
Maccioni Corrado di Ettore
Meacci Gino di Giulio
Moncini Giovanni di Angiolo
Monti Anchise fu Celestino
NIccolai Omero di Luigi
Pellegrini Dario di Luigi
Pellegrini Duilio di Eugenio
Peso o Nannetti Guidotto di Pesi B.
Pierattini Mario di Virgilio
Ponsiani Paolo di Mario
Postorri Remo di Alfonso Quintilio
Romani Nello di Angelo
Spinelli Rodolfo di Torquato

IN RICORDO DI CHI E' PARTITO, DI CHI E' CADUTO, DI CHI E' TORNATO

Associazione Nazionale
Mutilati ed Invalidi di Guerra
e Fondazione
Montecatini Terme - Valdinievole
Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Pistoia
Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra Pistoia
Pietre della Memoria Il Segno della Storia

LARCIANO 20 NOVEMBRE 2015

Nico Marmi 2000 S.r.l.
Simboli:
Comune di Larciano
ANMIG sezione Montecatini Valdinievole;
ANCR sezione Pistoia;
ANFCDG sezione Pistoia;
Progetto nazionale Anmig "Pietre della Memoria"

Altro

Osservazioni personali:
La pietra ha una lunga storia iniziata negli anni novanta, riapparsa nel 2000 ma è andata in porto solo nel maggio del 2014, grazie all'appoggio del Sindaco Antonio Pappalardo e del presidente ANMIG di Montecatini T - Valdinievole Marco Bartolomei. Dopo riunioni di Consiglio sezionale e incontri con l'Amministrazione è stata decisa la realizzazione. Il Sindaco Pappalardo ci ha lasciato ma al suo posto il Vicesindaco Lisa Amidei ed Il Consigliere Sandro Magrini hanno portato avanti questa impresa. Nel contempo la cerchia dei sostenitori cresceva e si sono uniti alla realizzazione del manufatto Giorgio Lavorini Presidente l'ANCR e Giancarlo Brusoni Presidente ANFCDG.
Grazie a ricerche fatte in passato e a ricerche recenti è stato possibile stilare la lista finale dei 30 giovani caduti per la patria durate il secondo conflitto mondiale. Molti di questi giovani soldati, carabinieri, mariani sono deceduti in prima linea combattendo sui fronti, altri deceduti in prigionia, altri deceduti vicino "Casa" (in Italia) per le ferite riportate.
Durante la Cerimonia di scopertura erano presenti i familiari dei caduti, un piccolo ma grande pensiero per ricordare non solo loro ma chi è partito, chi è caduto, chi è tornato.

Gallery