838 - Lastra ai partigiani e civili caduti ad Albacina

Lastra commemorativa posta nel decennale dell’uccisione di un gruppo di partigiani e civili nei pressi di Albacina. E’ posta a lato della strada su uno sperone di roccia. Si può arrivare alla lastra grazie ad una breve scalinata di tre gradini.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Albacina
Indirizzo:
Borgo Tufico, 32
CAP:
60040
Latitudine:
43.34761073147563
Longitudine:
12.992636561393738

Informazioni

Luogo di collocazione:
Parete rocciosa lato strada
Data di collocazione:
1954
Materiali (Generico):
Ottone, Pietra
Materiali (Dettaglio):
La lastra è in pietra e le iscrizioni, a rilievo, sembrano essere di ottone.
Stato di conservazione:
Sufficiente
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Fabriano
Notizie e contestualizzazione storica:
I due partigiani, Ferranti e Roselli, morirono a seguito dell'assalto a un convoglio tedesco, attuato per liberare prigionieri e impadronirsi di armi. I tre civili: Umberto Cola, Eugenio Gatti e Maria Gentilucci vengono uccisi da reparti tedeschi, mentre cercavano di recuperare qualche cosa dalle case che erano stati costretti ad abbandonare. Si ricorda anche Mario Bisci, ucciso insieme a Remo Mannucci, ai quali è dedicata un'altra lapide poco distante da questa ora descritta.

Contenuti

Iscrizioni:
DECENNALE DELLA LOTTA DI LIBERAZIONE
I PARTIGIANI
ERCOLE FERRANTI ATTILIO ROSELLI
I CIVILI
MARIO BISCI UMBERTO COLA EUGENIO GATTI
E MARIA GENTILUCCI
TROVARONO MORTE GLORIOSA IN QUESTA CONTRADA
PERENNEMENTE RIVIVONO
NEL CUORE DEL POPOLO
NELLA LUCE DELLA LIBERTÀ REPUBBLICANA
1944-1954
Simboli:
Non sono presenti simboli

Altro

Osservazioni personali:
La lastra purtroppo presenta diversi danni, fra cui alcune crepe e l'annerimento della pietra stessa. Nonostante questo segnialiamo l'affetto degli abitanti della comunità.

Gallery