2930 - Monumento ai Caduti di Filottano nella guerra 1940-45

Monumento che ricorda la fucilazione di dieci filottranesi uccisi dai tedeschi nella seconda guerra mondiale, prima dell’inizio della battaglia di Filottrano.  Il monumento si trova ai margini del parco pubblico “Gen. Giorgio Morigi” e sorge sullo stesso luogo dove avvenne il fatto. La via, che prima si chiamava “via del Foro Boario”, ha preso poi il nome dalla data dell’eccidio, avvenuto circa alle ore 06 del 30 giugno 1944.  La struttura a forma semicircolare, in alto al centro, reca una lapide con i nomi delle persone uccise.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Via XXX Giugno
CAP:
60024
Latitudine:
43.4351974
Longitudine:
13.349039299999959

Informazioni

Luogo di collocazione:
Area verde
Data di collocazione:
Giugno 1945
Materiali (Generico):
Laterizio, Marmo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Basamento in laterizio e pietra, lapide in marmo.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Filottrano
Notizie e contestualizzazione storica:
FONTI:
http://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_di_Filottrano
www.comune.filottrano.an.it

Rappresaglie dei tedeschi durante la seconda guerra mondiale.
Alle ore 5 del 30 giugno 1944 un reparto tedesco irruppe in paese, bloccò le vie di accesso e si mise a rastrellare gli uomini bussando a tutte le porte. Catturati un buon numero di cittadini, furono lasciati liberi i più giovani e i più anziani. Nel gruppo rimasto si procedette alla conta di 10 uomini, allontanando quelli in sovrappiù. I 10 furono ammassati a ridosso di un greppo ai margini della strada e fucilati senza che sapessero il perché. Esplicativo, affisso alla porta di una casa vicina, c'era questo bando, oggi introvabile, che a memoria di alcuni testimoni del'epoca, diceva all'incirca così: "Nella notte del... (la data è incerta) un autocarro tedesco è stato fatto segno a colpi di arma da fuoco... (non viene ricordato se il bando citasse la morte di soldati tedeschi). Pertanto questa mattina, alle ore 6, dieci cittadini irresponsabili sono stati passati per le armi. I fucilati resteranno a disposizione dell'Autorità tedesca per 24 ore a monito ed esempio per la popolazione". Seguiva una firma illeggibile. Localmente, le ipotesi sono due:
- fu una rappresaglia in conseguenza della notevole attività partigiana della zona, con la costatazione della morte di almeno un soldato tedesco. (La terribile equazione: 1 a 10).
- fu un atto terroristico per tenere buona la popolazione e il bando sarebbe stato una messinscena, in quanto i tedeschi si apprestavano a resistere alle truppe Alleate proprio a Filottrano, come poi avvenne dando luogo alla famosa "battaglia".

Contenuti

Iscrizioni:
La mattina del 30 giugno 1944 strappati alla dolcezza della famiglia e della casa, qui caddero fucilati dai tedeschi. A terrore della popolazione prima che cominciasse la battaglia di Filottrano. Falappa Armando, Bontempi Avello, Armillei Armando, Mantini Domenico, Giuliodori Ovidio, Giuliodori Eraldo, Fusco Luigi, Bottegoni Giuseppe, Mencarelli Giocondo, Tavoloni Pietro.
Il popolo di Filottrano che eresse il monumento nel primo anniversario dell'eccidio volle ricordare ai posteri i nomi degli altri concittadini fucilati anche essi dal barbaro e feroce tedesco. Conte Spada Alavini Alessandro, Carbonari Nazareno, Cesare, Mario. Pietà per le misere vittime orrore del freddo assassinio sentono le generazioni presenti e le future.
Simboli:
Non sono presenti simboli

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery