5398 - Monumento ai Caduti di Ligurno – Cantello (VA)

Si tratta di una edicola che imita una cappella con facciata a capanna a tre archi posta a fianco di via Dante, presso piazza  San Rocco. Due bassi scalini ne sottolineano l’ingresso. Sotto l’arco centrale si trova dipinta una deposizione con Madonna che sorregge Cristo deposto con la croce ai piedi. Nei due archi laterali sono riportati i nomi dei Caduti della Grande guerra. Sopra l’elenco dei nomi, sulla pietra troviamo una croce formata dall’asse verticale rappresentante una spada e l’asse orizzontale  formato dalle date 1915-1918. Appena sotto una decorazione di foglie/fiori e bacche e su lastra in marmo i nomi dei Ccaduti.

Il basamento in marmo è dipinto e sbarrato da un’inferriata in ferro battuto.

Il monumento è in ottime condizioni e sempre abbellito di piante e fiori freschi; la manutenzione è effettuata dal comune di Cantello

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Ligurno
Indirizzo:
via Dante
CAP:
21050
Latitudine:
45.824361
Longitudine:
8.901726

Informazioni

Luogo di collocazione:
l'edicola è collocata a lato di via Dante, presso la piazza San Rocco, in frazione Ligurno. di fronte si trova una zona verde dedicata all'artista Carlo Cocquio
Data di collocazione:
17 agosto 1926
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Il basamento e la struttura dell'edicola sono in pietra. Le lastre riportanti i nomi dei Caduti sono in marmo. E' presente anche un dipinto rappresentante una deposizione con Madonna che sorregge Cristo nell'arco centrale della struttura. Due scalini in pietra fanno da (falso) ingresso all'edicola
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Cantello
Notizie e contestualizzazione storica:
Il 17 agosto 1926 la" Fabbriceria" della parrocchia di Ligurno con la locale società operaia di mutuo soccorso, chiese al prefetto l'autorizzazione di erigere una cappelletta votiva in sostituzione di quella preesistente orami caduta in rovina. Il piccolo monumento veniva eretto per ricordare i Caduti di Ligurno nella Prima Guerra Mondiale. Nel 1973 l'artista Carlo Cocquio gratuitamente rifece in mosaico l'affresco dell'Addolorata, che era in cattive condizioni a causa dell'umidità e delle intemperie.

Contenuti

Iscrizioni:
(arco a sinistra su lastra di marmo)

"BIANCHINI ADEODATO, BIANCHINI CARLO, BIANCHINI LUIGI, BIANCHINI UMBERTO, BRICOLA DOMENICO, BROGGI ERMINIO, BROGGINI ANTONIO, BRUSA ANTONIO, BRUSA GIUSEPPE, CACCIA LAZZARO, COCQUIO GIROLAMO, GENOLINI GIOCHINO, MORESINI ALDO, PREMOLI ARISTIDE, PREMOLI LUDOVICO, BROGGINI REMO, FASOLA MARIO"

(arco a destra su lastra di marmo)

2BERNASCONI ORESTE, CAVERSASIO GIUSEPPE, COMI GIUSEPPE, COMI VITTORIO, TANGHERA LUIGI, NICOLA FELICE, PARNIGONI FELICE, PARNIGONI GIUSEPPE, SCHIMIZZI ROSARIO, MINA ANGELO, MINA GERALAMO, MINA RICCARDO, MALNATI BATTISTA, MALNATI ERNESTO, BALZARINI MARIO, BROGGINI LUIGI"
Simboli:
Sopra le lastre di marmo sotto gli archi dell'edicola sia a destra che a sinistra, è presente una decorazione: una croce inscritta in un cerchio, la croce è formata dall'asse verticale rappresentante una spada e dall'asse orizzontale rappresentato dalle date 1915 - 1918. Appena sopra le lastre di marmo con i nomi incisi, è un tralcio decorativo di foglie/fiori e bacche.

Altro

Osservazioni personali:
Il monumento è in ottimo stato di conservazione. E' manutenuto da un incaricato del comune che rinnova fiori e piante appena appassiscono.

Gallery