135226 - Monumento ai Caduti di tutte le guerre – Monte Giberto (FM)

Il Monumento ai  Caduti di tutte le Guerre, present una struttura composita, espressione dell’importanza data dai cittadini del paese ai propri Caduti in guerra e alla volontà di lasciare ai posteri una traccia della loro breve, ma eroica vita. Infatti, quando si è reso necessario fare dei lavori per migliorare la viabilità del paese, non ci sono stati dubbi sul fatto di conservare il Monumento e di trovare un modo per  conciliare innovazione e memoria storica. Così, sebbene sia stato necessario smantellare gli alberi, si è conservata la primaria struttura marmorea  che è stata  ampliata ed arricchita con le lapidi precedentemente esposte davanti al palazzo municipale. La parte centrale del monumento è costituita da un parallelepipedo rettangolare  che presenta sulla parte frontale un incavo a forma di nicchia dove è posizionato un lumino elettrico. Sopra, nella parte terminale, è posto lo stemma della Repubblica Italiana. Sui lati del Parallelepipedo centrale, un po’ più bassi  e indietreggiati rispetto ad esso, ci sono due pannelli marmorei: su quello di destra è posta un’ancora bronzea, mentre su quello di  sinistra c’è la scritta “Monumento ai Caduti di tutte le guerre”. La lapide di destra, proveniente dalla facciata del Comune, è appesa al muro che fa da sfondo a tutto il monumento; in alto c’è una stella, segue la dedica dei cittadini di Monte Giberto ai Caduti e ai dispersi della seconda guerra mondiale e sotto i dodici nomi dei Caduti. In quella posta a sinistra, in alto è incisa una palma con una stella, segue un’iscrizione in cui si celebra l’eroico comportamento dei soldati italiani nella guerra contro l’Austria. Segue l’elenco, su due colonne, dei quattordici Caduti e, infine,  la data in cui è stata esposta. Sulle due lapidi  laterali ci sono dei faretti.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Via Armando Diaz, 8
CAP:
63846
Latitudine:
43.0911894
Longitudine:
13.6340898

Informazioni

Luogo di collocazione:
Area verde sottostante il Santuario della Madonna delle Grazie, al primo livello della scalinata che congiunge v.le Diaz al luogo sacro.
Data di collocazione:
1985
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo, Altro
Materiali (Dettaglio):
La parte centrale del monumento è interamente in marmo, sia nel basamento che nella struttura superiore, con le scritte e gli stemmi in bronzo. Il monumento è appoggiato, nella parte posteriore, su una struttura in muratura costruita nel 1985. La parte in muratura che si coordina con la scalinata realizzata sui due lati della scarpata e che si unisce nel pianerottolo dove è collocato il monumento, per poi biforcarsi di nuovo fino al piano del santuario, si apre ai due lati del monumento centrale dove sono affisse le due lapidi anch'esse in marmo con l'elenco dei Caduti nelle due guerre. Quattro borchie in bronzo fissano alla struttura in muratura le lapidi con scritte e simboli incisi nel marmo.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Monte Giberto
Notizie e contestualizzazione storica:
Il Monumento ai Caduti di tutte le Guerre, racchiude in sé il contributo dato alla storia del nostro Paese dai giovani di un piccolo centro abitato qual è quello del Comune di Monte Giberto. Il monumento che possiamo osservare oggi è il risultato di alcune modifiche attuate negli anni Ottanta: infatti, in questo luogo, dove oggi possiamo ammirare il monumento, c'era una scarpata dove erano stati messi a dimora degli alberi sui cui tronchi erano state poste delle targhette con i nomi dei Caduti della prima guerra mondiale. Nel "Parco della Rimembranza", questo è il nome che gli era stato attribuito, c'era anche un monumento ai Caduti di tutte le Guerre con una lapide in marmo, tolta nel 1985 in occasione di lavori di ristrutturazione ed ampliamento, ed attualmente conservata nella Sede dei Combattenti e Reduci di Monte Giberto. Negli anni Sessanta in questo spazio fu realizzata una scalinata per collegare il paese con v.le Diaz, che conduce al Santuario della Madonna delle Grazie. Per realizzare l'opera furono tolti gli alberi e lasciato solo il monumento. Nel 1983 l'Amministrazione Comunale decise di restaurare il Palazzo Municipale e per questo fu necessario rimuovere le due lapidi ai Caduti della prima e della seconda guerra mondiale collocate sulla facciata principale del palazzo. Successivamente fu deciso anche di ampliare il monumento dei caduti e di restaurare le mura antistanti il monumento per mettere in sicurezza tutta la zona. Per questo, terminati i lavori al palazzo Municipale, si decise di disporre le due lapidi tolte dalla facciata, sul restaurato ed ampliato Monumento ai Caduti: a sinistra fu posizionata quella che ricorda i Caduti della prima guerra mondiale, mentre a destra quella relativa alla seconda guerra mondiale.

Contenuti

Iscrizioni:
"La guerra contro l'Austria - Ungheria che sotto l'alta guida del S. M. il Re Duce Supremo l'Esercito italiano inferiore per numero e per mezzi iniziò il 24 maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi e vinta (Bollettino Della Vittoria 4 Novembre 1918 ). Per la Patria per la civiltà pel diritto dei popoli fecero olocausto della vita eroicamente i giovani Montegibertesi. A Loro onore e ricordo imperituro i concittadini li VII-XII-1919"
Carlorecchio Giuseppe
Ercoli Ercole
Fratini Giuseppe
Marsili Domenico
Piermarocchi Luigi
Remio Ottavio
Silvi Giovanni
D’Andrea Luigi
Eusebi Luigi
Grazioli Domenico
Paoloni Giuseppe
Rocchi Nazzareno
Silenzi Giuseppe
Tappatà Luigi

Seconda guerra mondiale
Bracciotti Raffaele
Evandri Umberto
Franchellucci Basilio
Lattanzi Giovanni
Miola Giuseppe
Monteverde Giuseppe
Pistagnesi Faustino
Sandroni Girio
Scarpaccio Angelo
Screpante Nicola
Screpante Armando
Ferracuti Quinto

Nella lapide posta a destra troviamo scritto:
Il popolo di Montegiberto in memoria dei concittadini caduti e dispersi nella Seconda Guerra Mondiale. Addì 4 novembre 1968
Bracciotti Raffaele
Evandri Umberto
Franchellucci Basilio
Lattanzi Giovanni
Miola Giuseppe
Monteverde Giuseppe
Pistagnesi Faustino
Sandroni Girio
Scarpaccio Angelo
Screpante Nicola
Screpante Armando
Ferracuti Quinto

Simboli:
Stella sulla lapide di destra; stella con foglia su quella di sinistra; ancora; simbolo della Repubblica italiana

Altro

Osservazioni personali:
Il monumento sorge in un posto veramente bello perché è panoramico, circondato dal verde. Il Santuario della Madonna Delle Grazie fa da sfondo.

Gallery