5537 - Monumento ai Caduti partigiani di San Prospero di Correggio

Il monumento interamente in marmo, è formato da una stele centrale (tagliata obliquamente alla sua sommità) che riporta i nomi e i dati anagrafici di 6 partigiani qui fucilati il 1° Dicembre 1944, più quelli di altri 3 residenti in questa frazione. Di ognuno vi è la fotografia in ceramica. Sul lato sinistro del manufatto un bassorilievo, opera della scultrice Carmela Adani, raffigura un partigiano armato di un mitra. Su quello destro è incisa l’epigrafe commemorativa. Una croce cristiana è incisa in testa alla stele, colorata con vernice nera. Dello stesso colore sono riempiti anche tutti i caratteri incisi nel monumento. Una lampada votiva in metallo con la scritta “Requiem” si trova ai piedi della stele in posizione centrale, mentre due teche marmoree, atte a deporvi fiori o piante, sono poste ai suoi fianchi. Sul basamento si trovano altri due vasi portafiori in metallo argentato. Il monumento si trova in un’area rivestita con sampietrini di porfido. Nel 1995 vi è stata sistemata anche una struttura metallica longilinea, opera di Oscar Accorsi. Successivamente è stata applicata una targa metallica con la descrizione dell’episodio scritta da Lorenzo Favella per il volume “I racconti dei cippi”: in una sorta di “Antologia di Spoon River” in chiave padana, ogni Caduto narra in prima persona, in maniera molto suggestiva, gli ultimi momenti che hanno preceduto la propria morte.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
frazione San Prospero, località Ponte Marino
Indirizzo:
Via San Prospero (S.P. 468R) angolo Via Ruota
CAP:
42015
Latitudine:
44.76375357492347
Longitudine:
10.759769976139069

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada; su una rotatoria
Data di collocazione:
02/12/1945
Materiali (Generico):
Marmo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Marmo per l'intero cippo, ceramica per le fotografie dei Caduti. Metallo argentato per la lampada votiva e i vasi portafiori. Metallo per la struttura esterna e la targa ivi apposta. Porfido per la pavimentazione dell'area.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
GUERRINO LUPPI
NATO IL 30 – IV – 1917

ANDREA-DECIMO DAVOLI
NATO IL 12 - II – 1918

AMOS VECCHI
NATO IL 23 – III – 1921

AMELIO IOTTI
NATO IL 26 – VI – 1921

LAURO CATTINI
NATO IL 24 – III – 1923

COSTANTINO CAVAZZONI
NATO L'11 – VII – 1924

TRUCIDATI BARBARAMENTE IL 1° - XII – 1944
DAI NAZI-FASCISTI

ERNESTO PELGREFFI
N. IL 2 – IX – 1904 - M. IL 7 – X – 1944

FERRUCCIO VALCAVI (CIUFFO)
N. IL 3 – XII – 1928 - M. IL 10 – II – 1945

LUCIANO TONDELLI (BANDIERA)
N. IL 6 – III – 1926 - M. IL 15 – IV – 1945
CADUTO NELLA BATTAGLIA DI FOSDONDO

S. PROSPERO
AI SVOI CADVTI

QUANDO
O PELLEGRINO
TU VOLGI IL PASSO
IN DIREZION
DI QUESTO
SACRO LUOGO
SOVVIENTI
CHE COSTORO
SONO MORTI
PER LA GRANDEZZA
DI UN ITALIA NUOVA

“FRATELLI D'ITALIA
L'ITALIA S'E' DESTA ..”
Simboli:
Croce cristiana incisa sulla sommità.

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery