5906 - Monumento al Magg. Angelo Berardi – Scuola Sottufficiali M.M. – Taranto

Monumento ad ara votiva alla memoria del Maggiore del Genio Angelo Berardi, caduto sul suolo di S. Vito a Taranto nel 1918. Il monumento, innalzato a ridosso di un muro, è collocato in uno spazio verde circoscritto da catene sorrette da pilastrini. Una lapide, decorata dal clipeo bronzeo con il ritratto del Maggiore Berardi, reca l’iscrizione commemorativa e tralci di quercia, mazzi di alloro e una stella a cinque punte a bassorilievo.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Località San Vito
Indirizzo:
Largo Lorenzo Bezzi, 1
CAP:
74122
Latitudine:
40.414819
Longitudine:
17.217261

Informazioni

Luogo di collocazione:
Interno comprensorio Scuola Sottufficiali Marina, in prossimità della palazzina comando
Data di collocazione:
04/12/1919
Materiali (Generico):
Bronzo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Pietra per la struttura; bronzo per l'effigie in rilievo e l'iscrizione; ferro per gli accessori
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Ministero della Difesa
Notizie e contestualizzazione storica:
Il Maggiore del Genio Angelo Berardi, Comandante del dirigibile "O5" travolto da un violento uragano nella notte del 4 dicembre 1918, rimaneva fermo all'interno della navicella nel tentativo di salvare il dirigibile. Dopo un primo schianto sul suolo di S. Vito a Taranto, dove aveva luogo l'aeroscalo dei dirigibili, perdeva successivamente la vita in mare nel compimento del proprio dovere.

Contenuti

Iscrizioni:
ANGELO BERARDI
MAGGIORE DEL GENIO
DELL'AEREA NAVE GUIDATOR SECURO
FULMINATOR DI NEMICI
DAI VIGILI CIELI
DONDE SORRISERO ALL'ITALIA
GLI ALBORI DELLA VITTORIA
QUI
NELLA TEMPESTOSA NOTTE
DEL IV DICEMBRE MCMXVIII
SPEZZATA DAL TURBINE L'INVITTA PRORA
TROVO' DEGNA TOMBA
NELLA GRANDIOSITA' DEL MARE
Simboli:
L'effigie del commemorato, in rilievo su bronzo, è sormontata dal volo di un'aquila. Compaiono lateralmente a questa decori vegetali di quercia. Inferiormente è raffigurata una stella a cinque punte e decori di alloro.

Altro

Osservazioni personali:
La Pietra è stata censita dal Tenente di Vascello Andrea Fanella con l'aiuto del fotografo navale, Sottocapo di prima classe scelto Luigi Cotrufo.

Gallery