7243 - Monumento alla Scuola Militare Alpina – Comando Centro Addestrativo Alpini – Aosta

Monumento commemorativo del cinquantenario della fondazione della Scuola Militare Alpina (1934-1984) costituito da una lastra di acciaio sollevata su due pali, collocata in uno spazio chiusa da catena retta da cinque piccozze; sulla lastra anteriore son 24 bassorilievi metallici raffiguranti le scene più significative della storia della Scuola alpina.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Reg. Bouregard/Aosta
Indirizzo:
Via della scuola militare alpina
CAP:
11100
Latitudine:
45.742195
Longitudine:
7.335359

Informazioni

Luogo di collocazione:
Caserma Castello "Gen. Cantore"
Data di collocazione:
25/10/1984
Materiali (Generico):
Altro
Materiali (Dettaglio):
Acciaio inox ralizzato in fusione a cera persa
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Ministero della Difesa
Notizie e contestualizzazione storica:
Il monumento è stato progettato dall'artista Franco Balan, diversi artisti valdostani hanno lavorato in cera i singoli bassorilievi poi fusi e saldati insieme dalla ditta "SADEA". Gli artisti hanno voluto riprodurre le scene più significative che, in 50 anni, hanno caratterizzato la storia della SMALP: soccorso montano con elicotteri (C. Gadin); ascensione del Cervino nel 1961 (G. Thoux); evento bellico (E. Wullerminaz); trofeo Mezzalama (D. Ouvrier); Olimpiadi invernali del 1938 (S. Vaj); il Battaglione Monte Cervino sul Fronte Russo (G. Binel); soccorso alpino (M. Fazari); ascensione del Monte Bianco (M. Joly); ricostruzione della Scuola militare dopo la guerra (S. Vierin); addestramento sciistico (F. Crestani); conquista dell'Everest del 1973 (A. Francisco).
All'inaugurazione, tenutasi il 25 ottobre 1985, hanno partecipato le più alte autorità regionali ed il C.te delle T.A. Gen. C.A. Benito GAVAZZA.

Contenuti

Iscrizioni:
1934-1984 SCUOLA MILITARE ALPINA-AOSTA
Simboli:
Un velivolo con il simbolo dell'Aeronautica; la croce.

Altro

Osservazioni personali:
La Pietra è stata censita dal Colonnello De Tassis con l'aiuto del pilota scelto Carli.

Gallery