62545 - Monumento e cippo ai Caduti di Mondolfo (PU) nella Grande Guerra

Memoriale ai Caduti di Mondolfo nella Grande Guerra, composto da più elementi.

a. Monumento in memoria dei Caduti mondolfesi situato al centro dei Giardini della Rimembranza: sono presenti, sovrapposte, le rocce provenienti dal Carso, sulle quali  si arrampica un’edera. Sulla sommità  è collocata una statua in bronzo raffigurante un soldato che, raggiunta la vetta, alza al cielo la bandiera

b. Cippo in marmo su basamento marmoreo contenente una dedica e i nomi dei Caduti

c. Piazza pavimentata in porfido, davanti al monumento, al cui centro è raffigurata una stella, i cui contorni sono realizzati con pietre di marmo

d. Lampada votiva: è collocata alla sommità di una colonna posta al centro della stella raffigurata nella piazza pavimentata: è dedicata ai caduti della prima guerra mondiale.

e. Mortai: agli angoli anteriori del monumento sono posti due mortai  originali,  realizzati in ferro

f. Bosco di lecci, intorno al monumento

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Piazza Borroni (tra via Marconi e via Fermi)
CAP:
61037
Latitudine:
43.75143415511025
Longitudine:
13.097045060327218

Informazioni

Luogo di collocazione:
Parco della Rimembranza
Data di collocazione:
1926 (altri componenti nel 1928 e 1985)
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Statua e lampada perenne in bronzo, lapidi in marmo, pavimento in porfido.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Amministrazione Comunale
Notizie e contestualizzazione storica:
Si pensò subito ad un monumento all'indomani della guerra, ad opera probabilmente della locale sezione Madri e Vedove di Guerra (di cui era presidentessa Claudina Roscetti). Venne quindi deciso, nel 1923, di inserirlo nel Parco della Rimembranza, che in quell'anno si decise di costruire. Il parco fu inaugurato il 15 agosto 1926.
Il monumento è opera dello scultore Torquato Tamagnini di Perugia (autore, nella nostra provincia, del monumento di Tavullia): è collocato sopra un cumulo di pietre provenienti dal Carso alto quasi quattro metri. Alla sommità è collocato, a grandezza quasi naturale, la statua di bronzo di un fante che porta in vetta la bandiera. Alla base fu collocato nel 1927 un fascio littorio, eliminato dopo la caduta del fascismo.
La lampada perenne fu aggiunta nel 1928. La lapide con il nome dei caduti nel 1985 (Alessandro Berluti, Mondolfo e la Prima Guerra mondiale - Il Parco della Rimembranza e il Monumento ai Caduti, Cesano di Senigallia, 2001).

Contenuti

Simboli:
Stella in porfito sul piazzale antistante il monumento. Colonna con lampada perpetua al centro della stella. Una croce sul monumento

Altro

Osservazioni personali:
Tutte le informazioni sopra riportate sono state ricavate da un importante lavoro sul Parco di Rimembranza di Mondolfo (Mondolfo e la Prima Guerra mondiale - Il Parco della Rimembranza e il Monumento ai Caduti, Cesano di Senigallia, 2001), di Alessandro Berluti, o dalla viva voce dell’autore stesso che, molto gentilmente, ci ha accompagnato per Mondolfo presentando ed analizzando i vari monumenti incontrati. A lui va il nostro più sentito ringraziamento.

Gallery