5338 - Sacrario della Madonna del Soldato – Orciano di Pesaro

Piccolo tempietto preceduto da una edicola con immagine mariana rivestita

da pietre vulcaniche. Dietro la chiesa è posto un grosso cannone ” da 90/50″

di cui una tabella elenca le caratteristiche tecniche (vedi fotografia allegata).

Dal lato opposto di un vialetto è posto un grosso masso con lapide iscritta

e una grande scultura dedicata alla pace.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Loc. Fornace
Indirizzo:
Strada Provinciale Mondaviese
CAP:
61038
Latitudine:
43.6866321
Longitudine:
12.962775400000055

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada
Data di collocazione:
1957 il tempietto e l'edicola, 1973 la scultura in acciaio che circonda un altare dedicato alla pace.
Materiali (Generico):
Laterizio, Marmo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Tempietto in laterizio, edicola in pietra vulcanica, masso in pietra con lapide di marmo, altare alla pace in acciaio.
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Amministrazione Comunale di Orciano
Notizie e contestualizzazione storica:
La prima edicola fu eretta da Aldo De Santi che fu miracolato in Libia, quando un proiettile passò vicino a lui e immediatamente egli toccò una medagliettadella Vergine che portava al collo. L'edicola fu eretta sui ruderi di una chiesa mariana nel 1957, imitando la Madonnina di Tobruk , località dove combatteva De Santi. Anche il tempietto fu eretto in quell'anno con il concorso dei paesi vicini e all'interno fu posto la scheggia e la medaglietta miracolosa. Il 31 maggio 1973 la signora Demi Trigila Casadio collocò un tricolore macchiato dal sangue dei soldati caduti in Libia in questo tempietto che da quel momento divenne il Sacrario della Madonna del Soldato. Dal 1948, ogni anno nel giorno dell'Ascensione si celebra il giorno della pace e si distribuisce il pane della pace.

Contenuti

Iscrizioni:
Sulla fronte dell'edicola:
MADONNA
DEL
SOLDATO
Sulla facciata del Sacrario:
MADONNA DEL SOLDATO
SACRARIO DEL TRICOLORE
MACCHIATO DAL SANGUE
DEI SOLDATI ITALIANI
Sul grosso masso:
AI CADUTI PER LA PATRIA
Sulla lapide affissa sopra:
1940-1945
FRONTE RUSSO
SOLDATO BALDELLI ENNIO
SOLDATO EVANGELISTI ANTONIO
SOLDATO RENGA DINO
SOLDATO ROCCONI ALBERICO
SOLDATO SANTINI ILENIO
SOLDATO VENTURI EMILIO
FRONTE JUGOSLAVO
CAP.MAGGIORE PERUGINI GIUSEPPE
CA.MAGGIORE PERUGINI ACHILLE
FRONTE GRECO
SOLDATO BRUNACCIONI ELVIDIO
SOLDATO FISCALETTI GUERRINO
ALGERIA
SOLDATO PATREGNANI BRUNO
AFRICA NORD OCCIDENTALE
SOLDATO BRUNETTI GIOVANNI
GERMANIA CAMPO CONCENTRAMENTO
SOLDATO BARBADORO WILSON
SOLDATO GODI CESARE
ITALIA
SOLDATO BALDUCCI ANGELO
SOLDATO BARTOLONI GIUSEPPE
SOLDATO FISCALETTI ALTERO
SOLDATO GRANADIGLIA ADRASTO
SOLDATO PELLEGRINI FRANCESCO
SOLDATO RONDINA URBANO
Sul masso, a destra è scritto:
OGNI TERRA
VORREBBE I
VOSTRI NOMI
DI FORZA, Di
PUDORE. NON
PER MEMORIA. MA
PER I GIORNI CHE
STRISCIANO TARDI
DI STORIA....
S. QUASIMODO
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery