9652 - Stele al Sottotenente Giorgio Maria Barbarisi

Stele commemorativa dedicata in ricordo del sottotenente Giorgio Maria Barbarisi, un ufficiale della Guardia di Finanza che partecipò valorosamente alla liberazione di Roma e morì vittima di un attentato. Fu insignito di una “Bronze Star Medal” e a lui è dedicata l’accademia degli ufficiali della Guardia di Finanza di Bergamo. La stele ha dimensioni rettangolari e presenta al centro la dedica al caduto e contorniata da quattro stelle posizionate ai rispettivi angoli. Il monumento è situato nella piazza d’armi dell’Accademia della Guardia di Finanza.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
via dello statuto
CAP:
Latitudine:
45.6989908
Longitudine:
9.654463599999985

Informazioni

Luogo di collocazione:
Piazza d’armi dell’Accademia della Guardia di Finanza.
Data di collocazione:
26/10/1991
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo
Materiali (Dettaglio):
La struttura è in marmo mentre le iscrizioni e le quattro stelle sono in bronzo.
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Accademia della Guardia di Finanza
Notizie e contestualizzazione storica:
Il caduto a cui è dedicata la stele è il Sottotenente Giorgio Maria Barbarisi, che frequentò ilo 44° corso “Dobrej” (1941). A lui è stata inoltre intitolata l’Accademia degli ufficiali della Guardia di Finanza di Bergamo, il 4 luglio 19 91. La cerimonia si è svolta 26 ottobre 1991, in occasione del 50° anniversario del 44° Corso “Dobrej”. A questo evento presenziarono, oltre ai radunisti con i familiari Comandante in Seconda del Corpo Generale D. Vincenzo Bianchi, il comandante dell’Accademia Col.t.SG Osvaldo Cucuzza ed il Vice Eugenio Izzo. Fu ospite il Generale di Corpo d ’ A Comandanrmata te Col.t.ST e . Arturo dell’Isola, Presidente dell’ANFI ed il Maggiore Franco Guarinelli, in rappresentanza del 43° Corso “Val d’Astico”.

Contenuti

Iscrizioni:
AGLI UFFICIALI CADUTI NELL’ADEMPIMENTO DEL DOVERE.
S. Ten. Giorgio Maria Barbarisi
U.S.A. Bronze Star Medal
Alla Memoria
“Sottotenente della Guardia di Finanza,
partigiano combattente si distingueva, durante l’occupazione nazista di Roma,
in varie rischiose missioni per la
liberazione della città. All’arrivo
degli alleati si poneva al comando di
un plotone alla dipendenze della
V armata e, con sprezzo del pericolo
e con l’esempio, animava i suoi uomini
e portava a termine importanti azioni
di guerra, contribuendo alla completa
liberazione della capitale. Roma
1 Ottobre 1943 - 5 Giugno 1944”
Simboli:
Sono pesenti quattro stelle in bronzo ai rispettivi angoli della stele.

Altro

Osservazioni personali:
A cura di Sonia Peddio, 4 ALSA

Gallery