6498 - Stele e Parco dei Partigiani Samaratesi

Stele in pietra su cui è incisa una frase che commemora la Resistenza e i Partigiani samaratesi che vi parteciparono. La stele è infissa nel terreno; ai suoi piedi ci sono delle pietre grezze ammucchiate a corona tutt’ intorno alla lastra. Accanto al cippo è stato piantato un albero di ulivo.

La stele si trova all’interno del Parco dei Partigiani, un piccolo parco con un prato e alcune attrezzature sportive di fronte al cimitero di Samarate.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
via della Prava/angolo viale Rimembranze
CAP:
21017
Latitudine:
45.6296389
Longitudine:
8.779583300000013

Informazioni

Luogo di collocazione:
Area verde, lato strada
Data di collocazione:
14 febbraio 2010
Materiali (Generico):
Pietra
Materiali (Dettaglio):
Lastra della stele in pietra levigata; ai piedi della stele alcune pietre grezze, non levigate, "a spacco di cava".
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Samarate
Notizie e contestualizzazione storica:
Il monumento è stato inaugurato nel febbraio del 2010 per iniziativa dell'Amministrazione Comunale e dell'Anpi di Samarate. Nella stessa data è stato inaugurato il Parco dei Partigiani, in cui si trova la stele. Essa ricorda il valore storico della Resistenza ed è dedicata ai partigiani samaratesi che morirono nella guerra di Liberazione. I Caduti furono tredici:
BROGLIA CARLO, COLOMBO GIUSEPPE, COPPE ROMEO, DE POLI GIOVANNI, INTROINI GIUSEPPE, INTROINI PIETRO, LOCARNO NINO, MILANI LUIGI, PRADERIO GIOVANNI, RICCI GAETANO, TAPELLA CARLO, VITALI CARLO, ZOCCHI BRUNO,

All'inaugurazione della stele e del Parco intervennero il sindaco, Vittorio Solanti e Carla Locarno, Presidente dell'Anpi di Samarate. Suonò inoltre la Filarmonica Samaratese "Banda Cittadina"

Contenuti

Stele commemorativa dei Partigiani Samaratesi

Stele in pietra su cui è incisa una frase che commemora la Resistenza e i Partigiani samaratesi che vi parteciparono. La stele è infissa nel terreno; ai suoi piedi ci sono delle pietre grezze ammucchiate a corona tutt’ intorno alla lastra.

Iscrizione riportata sul lato frontale della stele:

 

“IN QUESTI LUOGHI E SULLE MONTAGNE GIOVANI SAMARATESI PARTIGIANI STAVANO DALLA PARTE DELLA LIBERTA’ E DEL RISCATTO DELL’ITALIA.

RICORDARE LA RESISTENZA OGGI SIGNIFICA OPERARE PER LIBERARSI DALLE GUERRE E DARE VALORE ALLA PACE.

L’Amministarzione comunale

L’ANPI di Samarate – febbraio 2010”

Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
La stele e il Parco dei Partigiani Samaratesi ci ricordano la partecipazione molto importante dei Samaratesi alla Resistenza. Molti Samaratesi combatterono in Val Grande, il loro gruppo era il più numeroso tra quelli provenienti dal Varesotto e presenti in quella zona durante la lotta di Liberazione. Alcuni di loro morirono durante i rastrellamenti nazifascisti del 1944, uno è tra i famosi "43", i partigiani fucilati a Fondotoce il 20 giugno del 1944 dopo essere stati catturati dai tedeschi ed essere stati fatti sfilare nei centri costieri del Lago Maggiore. Un altro reparto, la Brigata lombarda, combatteva proprio nella zona di Samarate e dei suoi dintorni e subì persecuzioni ed eccidi, tra cui quello dei Cinque Martiri di Ferno del 5 gennaio del 1945.
Questa stele e questo parco, però, vogliono soprattutto essere un simbolo di speranza, di gioia e un ringraziamento ai partigiani che sono morti per un futuro di pace e di democrazia.

Gallery