9221 - Cippo a Massimo Mengozzi – Ricò di Meldola

Massimo Mengozzi era un partigiano che manteneva i collegamenti tra la pianura e le formazioni operanti nella Valle del Bidente. Il 20 Febbraio 1944, mentre con altri due compagni transitava in bicicletta nei pressi di Ricò, fu individuato da una pattuglia di militi fascisti della 82a Legione della G.N.R. (Guardia Nazionale Repubblicana) ed ucciso a tradimento con una raffica alle spalle. E’ stato riconosciuto tra i Caduti dell’8a Brigata Garibaldi “Romagna”. Il cippo a lui dedicato è stato eretto lungo il margine della strada, su una piattaforma rettangolare costituita da blocchi di pietra e da uno zoccolo a pianta esagonale dello stesso materiale. Il manufatto si presenta come una spessa lastra di pietra che nella sua metà superiore vede i propri fianchi restringersi leggermente, assumendo una forma trapezoidale. Nella metà del corpo è inserita una placca in bronzo con incisa l’epigrafe a sbalzo: vi sono riportati il nome del Caduto e la data della sua morte. Dinanzi alla piattaforma sono posti due piccoli pilastrini, sempre in pietra.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Frazione Ricò
Indirizzo:
Via Ricò Centro, nei pressi del vecchio ponte sul Bidente
CAP:
47014
Latitudine:
44.07647300000001
Longitudine:
12.033729999999991

Informazioni

Luogo di collocazione:
Lato strada
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Bronzo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Pietra per il cippo, lo zoccolo, la piattaforma e per i due pilastrini posti dinanzi ad essa. Bronzo per la targa in cui è incisa l'epigrafe.
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
QUI IL 20 FEBBRAIO 1944
I FASCISTI ASSASSINARONO
MASSIMO MENGOZZI
COMBATTENTE PER LA LIBERTA'
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Coordinate Google Maps: 44.0755042 12.0336013

Gallery