4786 - Cippo agli esuli giuliano-dalmati – Trebbiantico (PU)

Trebbiantico è una piccola frazione a 2,5 km da Pesaro, sulle colline che scendono dolcemente verso l’Adriatico. Da questa posizione è possibile vedere il mare, scrutarne l’orizzonte e immaginare in lontananza le coste della Dalmazia: dunque il luogo ideale dove erigere una Pietra a ricordo degli esuli giuliano-dalmati.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Trebbiantico
Indirizzo:
Via Trebbianico
CAP:
61122
Latitudine:
43.8732851
Longitudine:
12.943163599999934

Informazioni

Luogo di collocazione:
Area Verde del Parco degli esuli-dalmati
Data di collocazione:
22/04/2006
Materiali (Generico):
Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Grosso masso irregolare in granito bianco su di un piedistallo rivestito in pietra con targa in plexiglass, riportante le iscrizioni in caratteri dorati. L'opera è stata ideata e realizzata dalla Idrotecno Costruzioni Pesaro.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Pesaro
Notizie e contestualizzazione storica:
Il cippo è posizionato all'interno di un'area verde, il Parco degli esuli giuliano-dalmati, inaugurato il 22 aprile 2006. Nelle Marche questo è il primo monumento dedicato agli esuli e a Pesaro sono circa 200 le persone che vissero quella drammatica esperienza di esodo forzato. Il masso ricorda simbolicamente una Foiba, il luogo in cui tanti civili italiani innocenti hanno trovato la morte.

Contenuti

Iscrizioni:
Pesaro, 22 aprile 2006
Giorno inaugurale del Parco

La tragedia delle Foibe e
dell'esodo fanno parte della
memoria di tutti gli italiani. La
Repubblica, consapevole dei
valori universali di libertà
e democrazia ricorda quegli
eventi con dolore e rispetto.

Il Presidente della Repubblica
Carlo Azelio Ciampi
Simboli:
Il masso bianco ricorda simbolicamente una Foiba.

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery