323 - Lastra a Leopoldo Pellas – Perugia

Lastra commemorativa a ricordo del Tenente Leopoldo Pellas, Medaglia d’oro al valor militare caduto a Caposile il 26 maggio 1918. Nel novembre 2018 la lastra è stata oggetto di un restauro.

Lastra a Leopoldo Pellas Perugia

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Perugia
Indirizzo:
Via Baglioni, 25
CAP:
06121
Latitudine:
43.1099611
Longitudine:
12.389295400000037

Informazioni

Luogo di collocazione:
Facciata palazzina
Data di collocazione:
30/10/1923
Materiali (Generico):
Marmo
Materiali (Dettaglio):
Informazione non reperita
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Perugia
Notizie e contestualizzazione storica:
Leopoldo Pellas aveva frequentato il corso allievi ufficiali a Caserta e ne era uscito Sottotenente del 18° Reggimento Bersaglieri.
Il 25 maggio 1917, sul Carso, fu ucciso il fratello, capitano dei Granatieri. L'avvenimento segnò profondamente il giovane Pellas, tanto che quella data sarà significativa per il nostro bersagliere.
Le tragiche giornate di Caporetto lo videro impetuoso nell'assolvere il compito di arginare l'inseguimento del nemico e quando il Piave divenne il limite sacro e la voluta meravigliosa fucina della riscossa, Pellas scriveva in una cartolina alla madre: " Mamma, il Piave non lo passeranno, a nessun costo!”
Nel gennaio 1918 chiese di far parte del 23° Batt. Bersaglieri d'assalto e per l'occasione, scriveva: “Mamma, ricordati che c’è una tomba sul Carso che non è stata ancora vendicata!”.
Venne così il 25 maggio 1918, giorno in cui i bersaglieri del 23° dovevano strappare al nemico un lembo del sacro suolo.
Quel giorno era l’anniversario della morte del fratello e così l’ardito bersagliere, alla sera andò all’assalto col fermo proposito di essere degno del sacro defunto. Per vendicarne la morte, avanzò con tanto impeto da sopravanzare i suoi uomini e ritrovarsi infine accerchiato dai nemici. Si difese a colpi di pistola, senza pensare alla resa, sino alla morte, che avvenne il 26 maggio 1918. La caparbia e feroce resistenza di Leopoldo Pellas, il suo eroico valore, trovarono il riconoscimento del nemico, che provvide a seppellirlo tributandogli gli onori militari, dandone notizia agli italiani nei giorni successivi.
FONTE: http://www.bersaglierisandona.it/index.php?option=com_content&view=article&id=137&Itemid=143

Contenuti

Iscrizioni:
ALLA MEMORIA DEL TENENTE LEOPOLDO PELLAS DECORATO DI MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE NATO A PERUGIA IL 1 GENNAIO 1897
“PER PROFONDA COSCIENZA DEL DOVERE, PER ALTO SPIRITO DI VENDETTA CONTRO IL NEMICO CHE GLI AVEVA UCCISO IL FRATELLO CAPITANO DEI GRANATIERI, ATTACCAVA FRA I PRIMI, BENCHÉ FERITO E INCALZAVA L'AVVERSARIO, E PROSEGUENDO QUINDI CON FULGIDO VALORE NELL'ARDITA E FORTUNATA AZIONE ASSALTAVA SUCCESSIVAMENTE TRE LINEE, INFLIGGENDO AL NEMICO GRAN PERDITE E FACENDO DEI PRIGIONIERI. RAGGIUNTO L'ULTIMO OBIETTIVO CON MIRABILE TENACIA DI SLANCIAVA ANCORA AVANTI CIRCONDATO DAGLI AVVERSARI, RIFIUTAVA DI ARRENDERSI E SI DIFENDEVA CON STRAORDINARIA COSTANZA E CON MAGNIFICO EROISMO FINO ALLA MORTE, IMPONENDOSI ALL'AMMIRAZIONE DELLO STESSO NEMICO CHE DUE GIORNI DOPO PER MEZZO DI UN MESSAGGIO LANCIATO DA UN VELIVOLO ANNUNZIÒ DI AVER FATTO SEPPELLIRE CON GLI ONORI MILITARI IL VALOROSO CADUTO”
CAPOSILE 26 MAGGIO 1918
A CURA DEL PATRIO MUNICIPIO
IL XXX OTTOBRE MCMXXIII
Simboli:
Non sono presenti simboli

Altro

Osservazioni personali:
La lastra è posta ad una altezza che non permette una facile lettura delle iscrizioni (vedi ultima nota)
Galleria fotografica aggiornata in data 12/03/2016
Galleria fotografica aggiornata in data 26/11/2018: la lastra è stata oggetto, da parte del Comune, di un restauro eseguito il giorno 19/11/2018. E' stato ripristinato il fondo nero delle incisioni, permettendo, nonostante l'altezza della lastra, una migliore e più facile lettura del testo.
Galleria fotografica aggiornata in data 23/05/2019

Gallery