6636 - Lastre all’eroe Vincenzo Ciaravolo – Torre del Greco

Due lastre commemorative poste ad intitolazione della Villa Comunale all’eroe di guerra Vincenzo Ciaravolo, nativo di Torre del Greco, morto per la Patria il 21 ottobre 1940, Medaglia d’Oro al Valore Militare. Le lastre rettangolari in bronzo sono poggiate su due cippi di pietra affiancati, simili a tronchi d’albero, collocati in un’aiuola di prato circondati da fiori; le lastre sono disposte come le facce di un tretaedro e quindi sono ben visibili al visitatore da vari punti di vista. Il tutto è delimitato da quattro blocchi lapidei a mò di recinto infisse nell’aiula. Una delle due lastre è ben visibile dall’esterno anche al di là della cancellata di ferro che delimita il parco. L’altra lastra è diretta nella direzione del visitatore in uscita dalla Villa Comunale.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Via Madonna del principio, 7
CAP:
80059
Latitudine:
40.79036230262903
Longitudine:
14.365741209207954

Informazioni

Luogo di collocazione:
L'opera è collocata all'ingresso della Villa Comunale "Vincenzo Ciaravolo", lungo il corso principale della città di Torre Del Greco. 
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Bronzo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Bronzo per la lastra con lettere dorate; cilindri di pietra per i piedistalli e per la delimitazione del recinto ideale
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Torre del Greco
Notizie e contestualizzazione storica:
Vincenzo Ciaravolo nacque a Torre del Greco il 21 novembre 1919 da una famiglia di marinai. In quel tempo quasi tutti i torresi basavano la loro esistenza sul mare e attività ad esse collegate. Vincenzo seguì la tradizione di famiglia ed entrò nella marina mercantile, Era il tempo dei conflitti dell'Italia fascista in cui si seguiva in nefasto sogno di un nuovo impero. Il giovane Vincenzo partecipò alla guerra per annettere l'Etiopia e ad alcune attività in Spagna. Aveva venti anni quando nel 1939 all'inizio della seconda guerra mondiale venne arruolato il 15 dicembre dalla Regia Marina per assolvere alla Leva obbligatoria fu imbarcato sul caccia torpediniere Francesco Nullo di stanza sul Mar Rosso. Il 21 ottobre 1940 il caccia torpediniere fu accerchiato dalle forze navali alleate vicino all'isola di Harmil.
La Marina Militare ricorda le ultime ore tragiche vissute dall'eroe quando la nave ormai stava affondando: "Con calma serena rimaneva durante tutta l'azione al fianco del suo comandante di cui era attendente"... "Ricevuto l'ordine di abbandonare la nave che affondava per i gravi danni riportati durante il combattimento si gettava in mare: ma accortosi che il comandante rimaneva al suo posto, spontaneamente risaliva a bordo con un generoso slancio di generosità e di altruismo, ben conscio del mortale pericolo al quale si esponeva. Nella sublime decisone di seguire la sorte del suo comandante affrontava con lui la morte gloriosa degli eroi." Questo atto gli valse la Medaglia d'Oro al Valor Militare.
La collocazione delle lastre è successiva alla ristrutturazione e sistemazione della Villa.

Contenuti

Iscrizioni:
COMUNE DI TORRE DEL GRECO / VILLA COMUNALE / VINCENZO CIARAVOLO / MED. D'ORO V.M.

COMUNE DI TORRE DEL GRECO / VILLA COMUNALE / VINCENZO CIARAVOLO / MED. D'ORO V.M.
Simboli:
Non presenti.

Altro

Osservazioni personali:
I due cilindri di pietra a mo' di piedistallo sono alti circa 70 cm. Le lastre hanno dimensioni 120 x 50cm. La Villa è in ottimo stato manutentivo. E’ in pieno centro, non è molto grande ma permette una passeggiata lontana dalle automobili e traffico. E’ il luogo di ritrovo per i torresi, eppure pochi sanno a chi è dedicata. Nell’indicare la Villa, infatti, i torresi la chiamano “Villa” omettendo il nome di colui a cui è dedicata.
La piantumazione di un palma davanti alla lastra ne impedisce la lettura a colui che percorre il viale in uscita dalla villa comunale.

Gallery