6891 - Monumento ai Caduti di Brugherio

Monumento in stile scapigliato realizzato dallo scultore e incisore milanese Ernesto Bazzaro, e voluto dal podestà Ercole Balconi e dai brugheresi in ricordo dei Caduti della prima guerra mondiale.

Il gruppo scultoreo in bronzo e pietra è costituito da due statue: in primo piano vi è un soldato che soccorre un compagno ferito e nello stesso tempo tende un braccio verso la seconda statua, posta più in alto su blocchi di pietra e raffigurante una donna a dorso di un’aquila. Ai lati del monumento si trovano due blocchi di pietra, uno per lato, sui quali sono affisse le targhe con i nomi dei Caduti in guerra.

La figura femminile può essere considerata una rappresentazione della Vittoria; più specificatamente essa si può vedere come una personificazione dell’Italia Vittoriosa, con l’aquila che simboleggia l’Impero Austro-Ungarico sconfitto.

Seguendo la scapigliatura, i soggetti trasmettono la drammaticità della cruda realtà, evidenziata sia dalla tensione del volto del soldato che chiede aiuto alla donna, la quale gli porge una rosa, sia dal volto inerme del suo compagno morente. C’è quindi una doppia contrapposizione: da una parte i due soldati, uno in fin di vita e l’altro in evidente tensione, dall’altra l’uomo e la Vittoria rivolti uno verso l’altra nell’atto rispettivamente di domandare e di offrire aiuto.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Via Vittorio Veneto
CAP:
20861
Latitudine:
45.55352989015675
Longitudine:
9.298548190074143

Informazioni

Luogo di collocazione:
Piazzale Scuola Elementare Sciviero
Data di collocazione:
1933
Materiali (Generico):
Bronzo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Statue e Lastre in Bronzo, Basamento a blocchi in Pietra
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
La sistemazione del monumento non è casuale: precedentemente alla sua collocazione la via Vittorio Veneto era conosciuta come viale delle Rimembranze sui cui lati sorgevano numerosi cippi votivi equidistanti gli uni dagli altri, uno per ogni caduto in guerra. Sul viale si affacciava, come anche tutt'ora, la scuola elementare Sciviero; in passato ai cortei funebri che passavano dal viale si era soliti far partecipare anche gli alunni della scuola nel caso in cui il funerale fosse di un bambino.
Le immagini del vecchio Viale delle Rimembranze sono consultabili nell'archivio storico della biblioteca di Brugherio e sul suo sito online.

Contenuti

Iscrizioni:
sulle lastre in bronzo:
Caduti 1916
Soldati: Colzani Carlo 13-7, Pirola Federico 7-8, Pastori Anselmo 27-8, Mariani Giovanni 6-8, Alnibi Albino 27-8, Mantegazza Giulio 15-9, Maino Paolo 15-9, Colzani Fran.co di Angelo 4-12; Capitano Vetermati Vitale 1-10
Caduti 1917
Soldati: Magni Giovanni 10-2, Castoldi Giacomo 22-4, Sangalli Ferdinando 14-5, Sala Arturo 24-5, Molteni Giuseppe 28-6, Tremolada Enrico 19-8, Beretta Mario 21-8, Ghioni Cesare 21-8, Vimercati Vincenzo 21-8, Rolla Fortunato 26-8, Castoldi Francesco 30-8, Bonalumi Carlo 6-9, Decio Gaspare 15-9, Casati Domenico 22-11, Crippa Luigi 23-11, Teruzzi Giuseppe 4-12; Capitano Mag. Peraboni Mario 27-3, Capitano Mag. Gironi Gio. Satt. 17-5, Capitano Chirico Pasquale 14-11, Capitano Mag. Colombo Carlo 19-11; Alp. Uff. Finato Silvio 18-5; Sot. ten. Balconi Ambrogio 17-12
Caduti 1918:
Soldati: Mariani Ferdinando 26-1, Sala Enrico 29-1, Radaelli Agostino 31-1, Sangalli Enrico 17-2, Paleari Rocco 18-2, Vergani Alfonso 10-3, Sangalli Pietro 27-3, Sala Arcangelo 1-4, Paleari Riccardo 3-4, Zucchetti Luigi 11-4, Sala Angelo 19-4, Carminati Francesco 9-6, Pennati Giuseppe 18-6, Castelli Luigi 10-7, Perego Luigi 10-7, Barzano Anselmo 27-7, Erbizzoni Giuseppe 4-8, Mauri Edoardo 20-8, Galbiati Paolo 28-8, Cereda Bartolomeo 20-9, Bonalumi Luigi 2-10, Radaelli Cesare 6-10, Favalli Cesare 7-10, Decio Emilio 11-10, Paleari Giovanni 11-10, Scotti Luigi 11-10, Castelli Antonio 23-10, Galbiati Erminio 23-10, Peraboni Augusto 27-10, Castelli Giovanni 28-10, Brivio Angelo 3-11, Manzoni Luigi 11-11, Radaelli Natale 13-11, Castoldi Emilio 27-11, Erbizzoni Stefano 11-12, Villa Emilio 11-12; Capitano Mag. Meani Emilio 11-5, Capitano Mariani Giosuè 16-12
Morti 1919:
Soldati: Barlassina Inn.te di Vincenzo 10-1, Colombo Angelo 8-3, Riva Francesco 28-7; Ser. Radaelli Luigi 11-11
Morti 1920:
Soldati: Teruzzi Luigi 17-1, Castoldi Aurelio 2-12
Morti 1921:
Soldato Castoldi Giuseppe 31-5
Caduto in A O:
Cn Magni Erminio 25IV1936XIV
Simboli:
La statua della donna ha in una mano una rosa e nell'altra un ramoscello.
Sul basamento vi è una corona di rami.

Altro

Osservazioni personali:
NOTA STAFF PIETRE: Questo monumento è stato censito dalle scuole Liceo scientifico Banfi e Scuola primaria Emilia Renzi nell’ambito del concorso Esploratori della Memoria.

Gallery