4524 - Monumento ai Caduti di Caltanissetta

Monumento ai Caduti della prima guerra mondiale. Il monumento è composto da un basamento a tronco di piramide a base quadrata, con gradinata sulla parte anteriore, e da una statua che rappresenta la Patria riconoscente, che cinge l’elmetto fregiato di lauro e quercia. In una mano regge il libro della Storia e la palma della pace vittoriosa e con l’altra indica alla gente il sacrificio delle vittime. Sotto c’è un eroe che stringe al petto il Tricolore. Ai lati della base della statua ci sono due cannoni e, tra essi, una corona d’alloro in bronzo.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Viale Regina Margherita
CAP:
93100
Latitudine:
37.48193671351455
Longitudine:
14.058026897869922

Informazioni

Luogo di collocazione:
Al centro di una rotonda paroramica posta nella parte inferiore del viale Regina Margerita.
Data di collocazione:
16/12/1922
Materiali (Generico):
Bronzo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Statua, cannoni e corona in bronzo; basamento in pietra calcarea di Billiemi.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Caltanissetta
Notizie e contestualizzazione storica:
A quattro anni di distanza dalla conclusione del conflitto, in città si costituisce un apposito comitato esecutivo per l'erezione di un omaggio bronzeo alla memoria dei militari nisseni immolatisi, da collocare poco distante dal Seminario vescovile, in un'area del viale Regina Margherita dedicata al ricordo dei Caduti che venne chiamata viale delle Rimembranze. A presiedere il comitato è il dott. Luigi Sagona, che nel conflitto aveva perso congiunti. Ne fanno parte: il comm. Giuseppe Geraci, il cav. Giuseppe Costa Leonardi, l'avv. Saverio D'Ayala, l'avv. Cesare Corbeltaldo, l'avv. Pasquale Caponnetto, l'avv. Gaspare Oliveri, il prof. Michele Falci, l'ing. Luigi Greco, il cav. Nicolò Fortini, l'avv. Giuseppe Capozzi, il prof. Pasquale Licitri, il cav. Michele Blandino e Adalfo Nocila. Al Sagona venne assegnata una medaglia d'oro da parte della Sezione nissena e dell'associazione nazionale dei Caduti in guerra per l'iniziativa. La data dell'inaugurazione inizialmente fu fissata per il 24 maggio 1922, ma poi fu prorogata al 16 dicembre dello stesso anno. Il cerimoniale vedeva riunite le famiglie dei Caduti, gli invalidi di guerra, i mutilati e i decorati, le autorità, la truppa, le associazioni e le scolaresche. La statua venne fusa nel bronzo del nemico nella fonderia Laganà di Napoli. Nel 1965 il monumento è stato spostato nell'attuale sito, a m. 500 dalla sede originaria. E' stato realizzato dallo scultore siciliano Cosimo Sorgi che si avvalse della collaborazione del padre Francesco. Ricorda i 291 militi caduti che si sono immolati in guerra.

Contenuti

Iscrizioni:
(Sul lato frontale)
AGLI IMMORTALI
CHE L' ITALIA
DA MACHIAVELLO A DANTE VATICINATA
DA MAZZINI E GARIBALDI PRECORSA
ALLA VETTA E AL CARNARO
RAGGIUNSERO
SU L'ALPI E IL MARE
NE' SECOLI ALLA PATRIA ONTESI
INDOMITI SUBLIMI PROCOMBENDO
NISSA MADRE
MEMORE RICONOSCENTE
MCMXXII

(Intorno al basamento)
Abbate Michele, Ajello Angelo, Aloisio Giuseppe, Alù Giammusso Giuseppe, Alù Macaluso Giuseppe, Amaradio Matteo, Amato Erminio, Amenta Eduardo, Amico Giuseppe, Amico Pasquale, Amico Salvatore, Andaloro Nicolino, Anellino Francesco, Antinoro Eugenio, Arena Giuseppe, Arengi Angelo, Arrogante Giuseppe, Asarisi Giuseppe, Balena Giuaeppe, Barrile Salvatore, Barone Enrico, Belfiore Giuseppe, Bellomo Giovanni, Bellomo Luigi, Bellomo Vincenzo, Belviso Giulio, Belviso Michele, Beninati Giuseppe, Benintendi Franceso, Bologna Cosimo, Bonavia Rosario, Bonfante Giuseppe, Bonomo Nicola, Bonsangue Calogero, Bottega Aldo, Bruno Antonio, Bruno Carmelo, Bruno Michele, Buscemi Stefano, Caci Raimondo, Cagnia Alessandro, Cajola Emanuele, Cardarella Michele, Calì Michele, Cammarata Francesco, Cammarata Lorenzo, Campochiaro,Matteo, Cannizaro Francesco, Carò Raimondo, Cassetti Giussepe, Castogiovanni Edmondo, Cavalcante Michele, Ceraulo Antonino, Colayanni Alberto, Corda Mario, Cordario Arcangelo, Corpace Sante, Cortese Francesco, Cosentino Michele, Costa Angelo, Costa Antonio, Costa Furca Giovanni, Costa G. Battista, Costa Michele, Costa Pasquale, Costa Vincezo, Cucugliata Salvatore, Curatorio Luigi, D'Agostino Michele, D'Aleo Giuseppe, D'Ambrosi Domenico, D'Antona Michele, D'Auria Michele, De Grecorio Ugo, Dell'Aira Antonio, Dell'Aira Michele, Dell' Aira Pascuale, De Lucia Gaetano, Dell' Ultri Michele, Di Bartolo Primo, Di Forti Antonio, Di Franco Erminio, Di Franco Pietro, Diliberto Carlo, Di Lorenzo Emanuele, Di Marca Pietro, Di Marco Angelo, Di Meglio Giovanni, Di Stefano Angelo, Di Vita Calogero, Di Vita Salvatore, Ellera Agostino, Escurio Salvatore, Eufrate Angelo, Falci Cesare, Falzone Antonino, Falzone Calogero, Falzone Salvatore, Fasolino Sabato, Ferrara Michele, Ferla Salvatore, Furioso Michele, Ferro Luigi, Fiasconaro Cristoforo, Filose Vincenzo, Fiorenza Michele, Fortini Ferdinando, Franchina Luigi, Fratttallone Salvatore, Freda Nicolò, Furioso Michele, Gaddi Aristide, Gaeta Salvatore, Gagliano Ignazio, Galbo Domenico, Gallarano Michele, Gallina Botta Michele, Gallina Giuliana MIchele, Gangi Angelo, Gangi Michele, Garofalo Giulio, Garzia Biagio, Gattuso Angelo, Germano Salvatore, Giandrego Salvatore, Giannone Giuseppe, Giardina Giuseppe, Giardina Michele, Giarratano Angelo, Giarratano Calogero, Giglio Salvatore, Ginevra Santo, Ginevra Vincenzo, Giordano Giuseppe, Giorgianni Nicola, Giuffrida Santo, Giugno Biagio, Giugno Michele, Grasso Francesco, Greco Alfonso, Greco Giulio, Gruttadauria Pasquale, Guarneri Alberto, Infantolino Michele, Iannello Michele, Inzalaco Giuseppe, Inzinga Alfredo, Ippolito Vincenzo, Lacgnina Angelo, Lacagnina Giuseppe, Lacagnina Michele, Lafisca Calogero, Lamarca Giuseppe, Lanigra Liborio, Lavilla Salvatore, Lazzara Angelo, Lemoli Salvatore, Leonardi Manlio, Librizzi Michele, Licata Michele, Licata Raimondo, Lima Michele, Livolsi Francesco, Lo Bello Sebastiano, Lomaglio Salvatore, Lombardo Alumia Angelo, Lombardo Di Giugno Salvatore, Lombardo Francesco, Lombardo Giovanni, Lombardo Giuseppe, Lombardo Guarneri Angelo, Lomonaco Angelo, Lo Re Liborio, Macaluso Michele, Macaluso Salvatore, Maddalena Domenico Maida Giuseppe, Maida Salvatore, Marchese Giangreco Rosario, Marchese Lacagnina Rosario, Marino Salvatore, Martorana Calogero, Martorana Michele, Mastrosimone Vincenzo, Melfa Ignazio, Meli Rosario, Messina Vincenzo, Micalizzi Calogero, Miccichè Michele, Miceli Antonino, Miraglia Falzone G., Miraglia Ferrara Salvatore, Miraglia Lacagnina G., Miraglia Talluto Salvatore, Moncada Giuseppe, Moncada Michele, Montagna Giovanni, Mulè Antonino, Mutolo Giuseppe, Napolitano Michele, Narese Francesco, Nicosia Calogero, Oddo salvatore, Oliveri Guido, Oliveri Salvatore, Olmes Antonio, Orsi Luigi, Pagano Biagio, Palermo Gaetano, Palermo Giovanni, Pallini Umberto, Panzica Arcangelo, Panzica Calogero, Parla Lorenzo, Parrino Ignazio, Passatore Rosario, Pastorello Giuseppe, Pecora Filippo, Perna Epifanio, Perricone Domenico, Petroncini Giuseppe, Petrantoni Pasquale, Petrone Antonino, Pignato cateno, Pilato Liborio, Pinto Sebastiano, Piombino Giovanni, Pisa Giuseppe, Pisani Alfredo, Pisella Bartolomeo, Plumari Michele, Poguish Federico, Polizzi Arcangelo, Polizzi Ignazio, Polizzi Salvatore, Principe Michele, Punturo Agostino,Quattrocchi Gaetano, Ribaudo Giovanni, Ricevuti Andrea, Riggi Salvatore, Ristuccia Alfonso,Romano GIovanni, Romano Liborio, Romano Lucio, Romano salvatore, Russo Ferdinando, Russo G. Battista, Russotti Michele, Sagona Alfonso, Sagona Ettore, Salomone Felice, Sammartino Tommaso, Sanfilippo Giuseppe, Sanguedolce Giuseppe, Sanguedolce Salvatore, Sardella Giuseppe, Scarantino Biagio, Scarlata Giuseppe, Scavone Angelo, Scerra Pietro, Schifano Michele, Sciaulinom Francesco, Scimonelli Ignazio, Sedio Paolo, Selvaggio Salvatore, Silva Pietro, Sollami Mario, Sollami Salvatore, Spagnolo Salvatore, Speciale Calogero, Spigo Enrico, Stellato Giovanni, Talluto Michele, Taschetti Angelo, Tomasella Giuseppe, Tomasella Luigi, Torre Giuseppe, Tortorici emilio, Tramontana Biagio, Trapani Paolo, Trobia Giuseppe, Tumminelli Costantino, Virone Ciro, Vitale Giuseppe, Vitale Luigi, Volo Salvatore, Vuruso Salvatore, Vuruso Vincenzo.




Simboli:
Corona di alloro; quercia; palma; bandiera

Altro

Osservazioni personali:
Il 4 novembre, in occasione della giornata dell'unità nazionale delle Forze Armate, ai piedi del monumento, si radunano le autorità civili, militari e religiose in presenza di cittadini e scolaresche. Il rituale prevede la cerimonia dell'Alzabandiera, la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa, la deposizione di una corona d'alloro da parte del Prefetto e la partecipazione di membri delle associazioni di ex combattenti, vittime civili e reduci di guerra. L'evento è allietato dalla banda musicale.

Gallery