409 - Monumento ai Caduti di Passignano sul Trasimeno

Monumento posto a ricordo dei Caduti di Passignano sul Trasimeno nel corso della prima e seconda guerra mondiale. Nel grosso bassorilievo in ceramica la rappresentazione di Romeo Mancini denuncia gli orrori della guerra, in particolare ricorda il bombardamento della città nel 1944, la fucilazione di sette cittadini avvenuta nella vicina Tuoro, ed anche momenti di pace con pescatori e contadini.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Viale Roma
CAP:
06065
Latitudine:
43.18477630553623
Longitudine:
12.136349380016327

Informazioni

Luogo di collocazione:
Giardini Roberto Baldoni
Data di collocazione:
1955-1956 (?)
Materiali (Generico):
Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Pietra e ceramica policroma
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Amministrazione comunale
Notizie e contestualizzazione storica:
Il grosso bassorilievo (100x650 cm) è opera dello scultore Romeo Mancini. E' stato realizzato in pietra e ceramica policroma. Davanti al monumento il 13 aprile 2013 è stata posta una targa con scritto:
Comune di Passignano sul Trasimeno
Monumento ai Caduti di tutte le guerre
Bozzetto preparatorio conservato nella Sala Consiliare Comunale
Il bassorilievo in ceramica è composto da quattro scene. Sulla sinistra la denuncia degli orrori della guerra, con il bombardamento di Passignano del 16 Maggio 1944 e la fucilazione, da parte di truppe d'occupazione, di sette cittadini al bivio di Tuoro del 1° Luglio 1944. Sul lato destro del Monumento si trovano le opere della pace, pescatori che raccontano le antiche attività del lago e il 1° Maggio rappresentato da contadini che sventolano bandiere su un carro trainato da buoi.

Contenuti

Iscrizioni:
PASSIGNANO AI SUOI CADUTI
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery