114569 - Giardino della Memoria – Merate (SCHEDA IN FASE DI AGGIORNAMENTO)

A Merate i Caduti sono ricordati nel Giardino della Memoria (già Parco delle Rimembranze), area verde che si trova a fianco di piazza degli Eroi, che ospita il monumento ai Caduti ed è sede del Municipio. All’interno del Giardino sono presenti un piccolo monumento ai Caduti di Merate e alcune frazioni nella Grande Guerra (a forma di tronco di piramide, poggia su un parallelepipedo e riporta su tre lati i nomi di 126 Caduti), una lapide con il Bollettino della Vittoria e un cippo ai Caduti del Mare (lungo il perimetro del Giardino) e un cannone austriaco.

NOTA STAFF PIETRE: il Giardino della Memoria è stato censito anche dalla scuola Liceo Scientifico Banfi di Vimercate nell’ambito del concorso Esploratori della Memoria. La scheda è stata revisionata nel periodo di gennaio 2021.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Piazza degli Eroi
CAP:
23807
Latitudine:
45.699606774459
Longitudine:
9.4176290785389

Informazioni

Luogo di collocazione:
Area Verde
Data di collocazione:
Monumento: 04/11/2005; Cippo: 03/11/1974; Lapide: xxx; Cannone: 04/11/1968
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo, Pietra, Altro
Materiali (Dettaglio):
Cippo: pietra per il basamento e ferro per l'ancora
Monumento: marmo per la struttura, bronzo per le iscrizioni, fotoceramica.
Lapide: bronzo.
Cannone: basamento in pietra, canna ed elementi costitutivi in ferro verniciato, ruote in ferro e legno (oggetto di un recente restauro).
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Amministrazione Comunale
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Monumento ai Caduti

Fronte:
CITTA’ DI MERATE – MILITARI DEGLI EX COMUNI DI MERATE – SABBIONCELLO – NOVATE B. – SARTIRANA B. CADUTI NELLA GRANDE GUERRA 1914 – 1918. A MEMORIA DEI CADUTI. IV XI MMV.
Lato destro:
Capitano Penati Angelo – Tenente Turati Agostino – Tenente Jossa Alberto – Serg. Sacerd. Turati Carlo G. – Serg. Magg. Paolo Bonfanti di F. – Sergente Comotti Severino – Caporale Albani Giuseppe – Caporale Albani Luigi – Caporale Bonfanti Martino – Caporale Brivio Giacomo – Caporale Bonalumi Cesare – Caporale Colombo Pietro – Soldato Bonfanti Giuseppe – Soldato Bonfanti Pietro – Soldato Bonanomi Riccardo – Sold. Antonio Bonfanti di A. – Soldato Brigatti Luigi – Sold. Brigatti Alessandro – Soldato Corneo Giovanni – Soldato Castelli Ugo Carlo – Soldato Castelli Pietro – Soldato Casati Enrico – Soldato Castelli Carlo – Soldato Colombo Battista – Soldato Fumagalli Natale – Soldato Fustella Salvatore – Sold. Fumagalli Paolo – Sold. Galbusera Alessandro – Sold. Galbusera Enrico – Sold. Galbusera Francesco – Soldato Perego Giovanni – Sold. Perego Alfredo – Soldato Perego Battista – Soldato Perego Enrico – Soldato Perego Paolo – Soldato Panzeri Ambrogio – Soldato Riva Innocente – Sold. Rivolta Edoardo – Soldato Riva Natale – Soldato Sala Angelo – Soldato Sala Giov. Diego – Soldato Sala Mario.
Retro:
Sergente Angelo Decio – Serg. Mandelli Erminio – Serg. Rigoni Ang. Gerolamo – Sergente Rognoaf Anselmo – Sergente Sala Pietro – Sergente Riccardo Tettamanti – Caporale Consonni Costantino – Caporale Casati Luigi – Caporale Obezzi Pasquale – Caporale Passoni Angelo – Caporale Angelo Perego – Caporale Perego Paolo – Soldato Brigatti Isaia – Sold. Bonalumi Luigi – Sold. Colombo Paolo Andrea – Sold. Colombo Luigi di Carlo – Soldato Colombo Pietro – Sold. Colombo Luigi di Carlo – Sold. Consonni Alessandro – Soldato Cogliati Alfonso – Soldato Cogliati Attilio – Soldato Cogliati Luigi – Sold. Crevenna Ambrogio – Soldato Decio Paolo – Soldato Galbiati Marco – Soldato Mandelli Giuseppe – Soldato Mandelli Luigi – Sold. Volont. Mariani Ettore – Soldato Mariani Rinaldo – Sold. Mandelli Giorgio – Sold. Panzeri Giacomo – Sold. Perego Giovanni fu Carlo – Sold. Perego Giovanni fu Luigi – Soldato Isidoro Perego – Soldato Ravasi Luigi – Soldato Ravasi Pietro – Sold. Scaccabarozzi Antonio – Sold. Scaccabarozzi Francesco – Soldato Sironi Francesco – Soldato Spada Carlo – Soldato Spaiani Attilio – Soldato Sala Enrico.
Lato sinistro:
Cap. M. Consonni Giocondo – Cap. Magg. Motta Giuseppe – Cap. Magg. Vergani Enrico – Cap. Magg. Villa Ernesto – Cap. Magg. Viscardi Francesco – Caporale Addamonte Giuseppe – Caporale Sala Carlo – Caporale Sironi Luigi – Caporale Villa Gerolamo – Soldato Albani Rinaldo – Soldato Bassani Giuseppe – Soldato Bonfanti Giovanni – Soldato Comi Luigi – Soldato Consonni Luigi – Soldato Consonni Giovanni – Soldato Consonni Giuseppe – Soldato Consonni Giovanni – Soldato Corneo Alessandro – Sold. Decio Giov. Battista – Soldato Dozio Giuseppe – Soldato Dozio Vittorio – Sold. Fumagalli Alessandro – Soldato Fumagalli Flaminio – Sold. Fumagalli Giuseppe – Soldato Novati Silvio Angelo – Soldato Novati Vincenzo – Sold. Ostinelli Vittorio – Soldato Parma Giuseppe – Soldato Passoni Pierino – Soldato Perego Giovanni – Soldato Rota Angelo – Soldato Rota Mario – Soldato Redaelli Angelo – Soldato Redaelli Carlo – Soldato Redaelli Gaetano – Soldato Riva Ernesto – Sold. Sottocornola Luigi – Sold. Valsecchi Mario – Soldato Villa Giuseppe – Sold. Vergani Ernesto – Soldato Viscardi Ambrogio – Soldato Villa Mario.

Cippo ai Caduti del Mare

“AI CADUTI DEL MARE
BENEDICI SIGNORE NOI CHE PER ESSI VEGLIAMO IN ARMI SUL MARE”

Lapide Bollettino della Vittoria

BOLL.NO DI GUERRA N°1268 – COMANDO SUPREMO – 4 NOV 1918
LA GUERRA CONTRO L’AUSTRIA-UNGHERIA CHE, SOTTO L’ALTA GUIDA DI S.M. IL RE, DUCE SUPREMO, L’ESERCITO ITALIANO, INFERIORE PER NUMERO E PER MEZZI, INIZIÒ IL 24 MAGGIO 1915 E CON FEDE INCROLLABILE E TENACE VALORE CONDUSSE ININTERROTTA ED ASPRISSIMA PER 41 MESI, È VINTA. LA GIGANTESCA BATTAGLIA INGAGGIATA IL 24 DELLO SCORSO OTTOBRE ED ALLA QUALE PRENDEVANO PARTE CINQUANTUNO DIVISIONI ITALIANE, TRE BRITANNICHE, DUE FRANCESI, UNA CECOSLOVACCA ED UN REGGIMENTO AMERICANO, CONTRO SETTANTATRÉ DIVISIONI AUSTROUNGARICHE, È FINITA. LA FULMINEA E ARDITISSIMA AVANZATA DEL XXIX CORPO D’ARMATA SU TRENTO, SBARRANDO LE VIE DELLA RITIRATA ALLE ARMATE NEMICHE DEL TRENTINO, TRAVOLTE AD OCCIDENTE DALLE TRUPPE DELLA VII ARMATA E AD ORIENTE DA QUELLE DELLA I, VI E IV, HA DETERMINATO IERI LO SFACELO TOTALE DELLA FRONTE AVVERSARIA. DAL BRENTA AL TORRE L’IRRESISTIBILE SLANCIO DELLA XII, DELLA VIII, DELLA X ARMATA E DELLE DIVISIONI DI CAVALLERIA, RICACCIA SEMPRE PIÙ INDIETRO IL NEMICO FUGGENTE. NELLA PIANURA, S.A.R. IL DUCA D’AOSTA AVANZA RAPIDAMENTE ALLA TESTA DELLA SUA INVITTA III ARMATA, ANELANTE DI RITORNARE SULLE POSIZIONI DA ESSA GIÀ VITTORIOSAMENTE CONQUISTATE, CHE MAI AVEVA PERDUTE.
L’ESERCITO AUSTRO-UNGARICO È ANNIENTATO: ESSO HA SUBITO PERDITE GRAVISSIME NELL’ACCANITA RESISTENZA DEI PRIMI GIORNI E NELL’INSEGUIMENTO HA PERDUTO QUANTITÀ INGENTISSIME DI MATERIALE DI OGNI SORTA E PRESSOCHÉ PER INTERO I SUOI MAGAZZINI E I DEPOSITI. HA LASCIATO FINORA NELLE NOSTRE MANI CIRCA TRECENTOMILA PRIGIONIERI CON INTERI STATI MAGGIORI E NON MENO DI CINQUEMILA CANNONI. I RESTI DI QUELLO CHE FU UNO DEI PIÙ POTENTI ESERCITI DEL MONDO RISALGONO IN DISORDINE E SENZA SPERANZA LE VALLI CHE AVEVANO DISCESE CON ORGOGLIOSA SICUREZZA.
GENERALE DIAZ
PROP. ART. PRIVATA
MARIO NELLI – CASA DI BENVENUTO CELLINI – FIRENZE

Cannone

1918 – 4 NOVEMBRE 1968.
NEL CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO MERATE ESALTA IL SACRIFICIO DEI COMBATTENTI.
TROFEO DI GUERRA – CANNONE AUSTRIACO DA CM 8 CATTURATO SUL MONTELLO (GIUGNO 1918).
“QUESTI PRODI CHE TI CIRCONDANO A TE E AI TUOI UOMINI IMPOSERO SILENZIO ETERNO”

Simboli:
Cippo: ancora, in ferro
Monumento: non sono presenti simboli
Cannone: non sono presenti simboli.
Lapide: collocata sulla recinzione perimetrale del Giardino, nel lato rivolto verso Via F. Viganò, è circondata lateralmente da due supporti anch'essi in bronzo la cui forma ricorda quella di un ordigno bellico. E' decorata con rilievi raffiguranti elmetti, fasci littori e spade, oltre che gli stemmi delle città di Trento, Trieste, Gorizia, Pola, Fiume e della Dalmazia. Sul lato posteriore è presente al centro una grande stella a cinque punte.

Altro

Osservazioni personali:
NOTA STAFF PIETRE: il Giardino della Memoria è stato censito anche dalla scuola Liceo Scientifico Banfi nell’ambito del concorso Esploratori della Memoria. La scheda è stata revisionata nel periodo di gennaio 2021.

Gallery