177313 - Lapide ai Caduti della parrocchia di San Nicola da Tolentino (Venezia) nella Grande Guerra

Lapide commemorativa di forma rettangolare, all’interno della quale è collocata, sulla parte superiore, una lastra bronzea lavorata a rilievo rappresentate due soldati in nudità eroica con il braccio destro levato in alto, proteso verso l’orizzonte. accompagnati da un’aquila come allegoria della Vittoria. Sopra la lapide è posta una corona fogliacea in bronzo al cui interno è incisa su un tondo di marmo una croce greca. Sopra il rilievo è l’iscrizione dedicatoria. Sotto il rilievo è l’iscrizione con i nomi dei soldati morti durante la prima guerra mondiale. Ai lati della lapide centrale due lampade di bronzo.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Sestiere di Santa Croce
Indirizzo:
Fondamenta Condulmer, Santa Croce 250, Venezia
CAP:
30135
Latitudine:
45.437628781544
Longitudine:
12.321062529061

Informazioni

Luogo di collocazione:
Sulla facciata di Palazzo Papadopoli, a sinistra della porta, davanti la facciata principale della chiesa
Data di collocazione:
1922
Materiali (Generico):
Bronzo, Marmo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Lapide principale di pietra d’Istria, tondo di sopra di marmo, il rilievo, la corona, e le lampade di bronzo
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
La lapide fu ideata dallo scultore trevigiano Eugenio Bellotto, all'epoca insegnante presso l'Accademia di Belle Arti della città lagunare, e venne collocata sulla parete del palazzo Papadopoli il 29 ottobre 1922. Allo scultore, che era anche il presidente del Comitato pro caduti della Grande Guerra della Parrocchia dei Tolentini, fu dato un contributo £200 dal Comune di Venezia per la realizzazione della lapide. Per l'inaugurazione si costruì un ponte in legno, nel tratto di canale di fronte alla Chiesa dei Tolentini, su cui l'opera venne solennemente trasportata. Poichè ci si accorse che nell'elenco di caduti mancavano tre nomi, questi vennero aggiunti in seguito, uno sulla colonna di nomi di sinistra e due su quella di destra.

Contenuti

Iscrizioni:
Iscrizioni:
Sopra il rilievo:
PER DIVERSE TERRE LE VOSTRE OSSA
PER L'ITALIA TUTTA IL NOME E LA GLORIA

Ai lati del rilievo:
1915 1918

Sotto il rilievo, colonna sinistra:
AMADIO PIETRO SOLDATO
CAMPAGNOL LORENZO "
CAORLINI ATTILIO CAP. MAGG.
CARRARO LUIGI SOLDATO
CISOTTI EUGENIO "
DARIN GIOVANNI "
DELLA LONGA PALMIRO S.TENENTE
GRANDIS LUIGI SOLDATO
LANZA VIRGINIO DI CESARE "
LANZA RICCARDO " CAP. MAGG.
LANZA FRANCESCO DI ALESSANDRO "
MANDER ANDOLFO SOLDATO
PAGANIN GIOVANNI "
PAGIN CARLO "
PESTRINIERO GIUSEPPE "
PIOVESAN MARCO "
PIZZI RICCARDO CAPORALE
RONCAN FRANCESCO CAP. MAGG.
SIST VITTORIO SOLDATO
TOTOLO DANIELE CAPORALE
VIANELLO PIETRO SOLDATO
VESPIER GIOVANNI S. TENENTE
VOLTOLINA LEO FU ALTAN “

Colonna destra:
CALDARA ANTONIO SOLDATO
CAPITANIO POLICARPO CAPORALE
CORRADINI GIOVANNI CANN. R.M.
DE POL DANTE SOLDATO
GORGOSALICE FRANCESCO "
GOZZI GIACOMO "
GOZZI GIOVANNI "
GUADAGNIN LUDOVICO "
LOZER GIUSEPPE CAPORALE
MARIO GIUSEPPE SOLDATO
NEN GIO BATTA SERG. MAGG.
NORDIO GIOVANNI SOLDATO
NUBE GIUSEPPE "
PAOLETTI VITTORIO ALDO "
PENSO NAPOLEONE MARESC. R.M.
ROBAZZA PIETRO SOLDATO
SGUARIO PIETRO "
STELLA ERMINIO "
VESCO ALFONSO "
ZULIANI RAIMONDO "
CATTELAN GIUSEPPE "
PASIN GIUSEPPE "
STELLA FED C. MAG. MARINO GIUS “

Sotto, a destra:
I PARROCCHIANI [...]

Simboli:
Croce greca gigliata, corona d'alloro,

Altro

Osservazioni personali:
Alcune elementi di questa descrizione sono tratte dalla scheda compilata dal Ministero di Beni Culturali:
http://www.catalogo.beniculturali.it/sigecSSU_FE/dettaglioScheda.action?[Veneto]&{Veneto=statoDove1=05&}&keycode=ICCD11253966&valoreRicerca=lapide%20commemorativa%20ai%20caduti%20della%20prima%20guerra%20mondiale&titoloScheda=lapide%20commemorativa%20ai%20caduti&stringBeneCategoria=&selezioneSchede=&contenitore=&flagFisicoGiuridico=0

Gallery