113131 - Lastra ai deportati della Ercole Comerio

La bella lapide posta a pochi passi dalla stazione ferroviaria ricorda un’azienda che ora non c’è più e due operai deportati nei KZ nazisti. La fabbrica è la “Ercole Comerio”, importante azienda metalmeccanica. Ora non c’è più nulla che ricordi la presenza di questa fabbrica tranne la lapide. Nel marzo del ’44 ci furono scioperi in tutta l’Italia occupata dai tedeschi. Anche a Legnano ci furono astensioni dal lavoro con il duro intervento nazifascista per stroncare la ribellione. Parecchi operai furono arrestati e deportati al di là delle Alpi nei KZ. Due operai non fecero ritorno alle loro case. I loro nomi sono Giuseppe Ciampini e Giannino De Tomasi.

Visualizza la mappa

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Quartiere Oltrestazione
Indirizzo:
CAP:
20025
Latitudine:
45.593322
Longitudine:
8.910205

Informazioni

Luogo di collocazione:
vicinanze della stazione ferroviaria
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Marmo
Materiali (Dettaglio):
Lastra in marmo con iscrizioni.
Stato di conservazione:
Buono
Ente preposto alla conservazione:
Informazione non reperita
Notizie e contestualizzazione storica:
Informazione non reperita

Contenuti

Iscrizioni:
sulla lastra:
Ostaggi della teutonica ira difensori della patria mariti della libertà.
Morti a Mauthausen
Ciampini Giuseppe Tornitore
De tomasi Giannino Fresatore
Fucilato dai Nazifascisti
medaglia D'oro
Bendinelli Rodolfo Tornitore
Caduti in combattimento
Colombo Luigi Saldatore
Wizemann Giacomo Attrezzista

18-3-1944 25-4-1945
Simboli:
Informazione non reperita

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery