151047 - Pietra d’inciampo a Silvio Salomon Ottolenghi – Novi Ligure (AL)

Pietra d’inciampo posizionata davanti all’abitazione di Silvio Salomon Ottolenghi, a Novi Ligure.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
Via Cavour, 67
CAP:
Latitudine:
44.76053279999999
Longitudine:
8.789217699999994

Informazioni

Luogo di collocazione:
Marciapiede
Data di collocazione:
Informazione non reperita
Materiali (Generico):
Ottone, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Blocco in pietra, di misura solitamente 10x10 centimetri, ricoperto da una piastra di ottone posta sulla faccia superiore.
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Novi Ligure
Notizie e contestualizzazione storica:
Silvio Salomon Ottolenghi, nato ad Acqui Terme il 5 maggio 1889, dopo aver vissuto per alcuni anni a Torino dove sposò Teresa, si trasferì a Novi. Dalla sua unione con Teresa nacquero cinque figli che, in accordo con la consorte cattolica, furono battezzati; questo permise loro di non essere minimamente toccati dalle leggi razziali. Silvio Ottolenghi all’alba del 29 giugno 1944 fu portato via dalla sua casa e deportato. Quell’alba di inizio estate cambiò per sempre la vita della famiglia Ottolenghi. La moglie Teresa cercò invano il marito andando a piedi fino a Genova sorretta da una forza di volontà e di amore sconfinati, purtroppo però pare che Silvio Ottolenghi fosse stato portato, subito, a Verona e da qui il 2 agosto partì su un convoglio per Auschwitz dove fu ucciso il 6 agosto appena giunto al campo di concentramento nazista.

Contenuti

Iscrizioni:
QUI ABITAVA
SILVIO SALOMON
OTTOLENGHI
NATO 1889
ARRESTATO 29.6.1944
DEPORTATO
AUSCHWITZ
ASSASSINATO 6.8.1944
Simboli:
Non sono presenti simboli

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery