5719 - Monumento a don Giovanni Mazzoni a Loro Ciuffenna

Il monumento è costituito da un busto in bronzo del sacerdote pluridecorato don Giovanni Mazzoni, e per questo raffigurato con le medaglie appuntate sul petto, posato su un alto piedistallo in pietra con la lapide dedicatoria, mentre sul basamento sono riportati il nome e le date di nascita e di morte. Si trova nel cimitero di Loro Ciuffena.

Posizione

Nazione:
Regione:
Provincia:
Comune:
Frazione:
Indirizzo:
VIa Roma
CAP:
52024
Latitudine:
43.59844985331609
Longitudine:
11.634607315063477

Informazioni

Luogo di collocazione:
Cimitero
Data di collocazione:
05/05/1996
Materiali (Generico):
Bronzo, Pietra
Materiali (Dettaglio):
Lapide, incisioni e busto in bronzo e il basamento in pietra
Stato di conservazione:
Ottimo
Ente preposto alla conservazione:
Comune di Loro Ciuffenna
Notizie e contestualizzazione storica:
Don Giovanni Mazzoni aveva partecipato alla Campagna di Libia ed alla Grade Guerra dove per atti eroici e di coraggio fu decorato di 1 Medaglia d'oro al V.M.,1 medaglia d'argento,2 medaglie di bronzo, la seconda Medaglia d'oro gli fu conferita alla memoria con la seguente motivazione:

" Medaglia d’Oro per la guerra 1915 - 18, dopo avere fieramente chiesto ed ottenuto l’assegnazione ad una unità di prima linea impegnata in aspra lotta, dava continua e chiara testimonianza del suo fervore di apostolo e della sua tempra di soldato, fuse nella esplicazione più nobile delle attribuzioni sacerdotali e nell’ascendente del più schietto ardimento e di ineguagliabile abnegazione. In giornate di cruenti combattimenti divideva, con raro spirito di sacrificio, gli eroismi di un reggimento bersaglieri, portando a tutti, pur tra i maggiori pericoli, le parole infiammate della fede e la voce trascinante del suo coraggio. In una alterna vicenda dell’accanita lotta, accortosi che un ferito, rimasto isolato, invocava aiuto, e nonostante che altri tentativi fossero rimasti soffocati nel sangue, con ammirevole temerità e consapevolezza, si lanciava per soccorrere il dipendente, né desisteva dal suo nobile intento pur quando il piombo lo colpiva ad un fianco. Ferito di nuovo e mortalmente, alle estreme risorse vitali affidava la sublimità mistica della sua intrepidezza, raggiungendo l’agonizzante, e spirando al suo fianco. Esempio mirabile delle più elette virtù, e di sublime coscienza dell’ideale patrio. Rassypnaia - Petropawlowka (Fronte russo), 1 -26 dicembre 1941".
(tratto dal sito dell'Istituto del Nastro Azzurro)

Contenuti

Iscrizioni:
DON GIOVANNI MAZZONI
17 OTTOBRE 1886 25 DICEMBRE 1941
(lastra frontale)
DON GIOVANNI MAZZONI
17-10-1886 25-12-1941
EROICO IN TRE GUERRE
CON I FANTI ED I
BERSAGLIERI D'ITALIA,
SEGNO' COL SANGUE
LA SUA FEDE IN CRISTO
5 MAGGIO 1996
Simboli:
Medaglie

Altro

Osservazioni personali:
Informazione non reperita

Gallery